“Dehors: problema da risolvere con i tempi delle imprese e non della politica”

0
218

CIVITAVECCHIA – La speranza è che le notizie di stampa sulla impossibilità di arrivare per settembre alla definizione del modello dei dehors, siano apocrife.
Non se la prendano gli assessori attuali, ma quando affermiamo che il settore del commercio e del turismo, pur essendo settore trainante e primario per lo sviluppo di questa città, ha sempre avuto a Civitavecchia un ruolo da Cenerentola economica, e non solo da parte di questa amministrazione ovvio, intendiamo questo.
Cinque anni per la ristrutturazione di un mercato che ha messo non solo in ginocchio le imprese ambulanti, ma che ha interrotto un flusso economico per tutta la città, oltrechè ha snaturato una città da un punto di vista sociale; una scarsa attenzione al rapporto tra città e porto,una incapacità di predisporre itinerari turistico culturali, vie dello shopping, che riuscissero ad attirare e organizzare crocieristi, privilegiando invece una struttura come il terminal del gusto che in pratica impedirà ancora di più il rapporto ed il flusso tra porto e città; ed ora l’impossibilità di arrivare in autunno ad una definizione dei criteri per i dehors; che non sono un capriccio, ma che permettono ai pubblici esercizi di poter creare lavoro e offrire servizi migliori.
Non so se il problema sia politico o tecnico, ma ad imprese come quelle del commercio e del turismo, non interessano nè problemi di questa natura,né colori politici; chiedono semplicemente che i problemi vengano risolti, e con i tempi delle imprese, non con quelli della politica.

Tullio Nunzi

SHARE

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY