De Paolis: “Nel bilancio regionale fondi al Tpl per il collegamento con l’Hospice “

0
140

CIVITAVECCHIA – E’ con grande soddisfazione che oggi posso comunicare l’approvazione da parte del Consiglio regionale del Lazio degli Ordine del giorno collegati al Bilancio, alcuni dei quali di nostra iniziativa. Si tratta di impegni che affrontano questioni delicate su cui era importante affermare il protagonismo della Regione Lazio.

Il primo tra tutti riguarda specificatamente il comprensorio della città di Civitavecchia: un odg di cui sono stato proponente e primo firmatario, che impegna la Regione a sostenere l’ampliamento del Trasporto pubblico di Civitavecchia per il collegamento all’Hospice oncologico.

Lavoreremo quindi nei prossimi giorni affinché l’amministrazione comunale di Civitavecchia colga questa opportunità e faccia la richiesta necessaria alla Regione Lazio. E’ infatti un passaggio ineludibile quello di una domanda formale di sostegno al Tpl da parte del Pincio, ma intanto da parte nostra è già stata preparata la strada per una risposta positiva a favore del territorio. La conferma dell’attenzione di questa amministrazione al territorio e ad un servizio di assistenza sanitaria su cui abbiamo lavorato fin da quando il Presidente Zingaretti era alla guida della Provincia di Roma. L’Hospice è un fiore all’occhiello della sanità laziale, con una funzione estremamente delicata: fino in fondo intendiamo renderlo efficiente, fruibile e vicino ai cittadini.

Sempre in tema di sanità vale la pena evidenziare l’Odg che insiste sulla necessità di intervenire sui Pronto Soccorso come primo impegno appena usciti dal commissariamento. Intendiamo infatti proseguire e accelerare il processo di cambiamento per aggredire le criticità ancora esistenti e rendere il nostro sistema sanitario più vicino alle persone. A questo abbiamo affiancato l’impegno al rinnovo del contratto dei lavoratori della sanita’ privata.

Il terzo Odg è stato invece dedicato alla difficile situazione che vivono gli esercizi commerciali convenzionati con la Società Qui Group per i buoni pasto dei pubblici dipendenti, oggi fallita e in debito di centinaia di migliaia di euro.

Si tratta di un atto a favore dei tanti piccoli e medi esercenti che dopo il fallimento della società sono rimasti privi dei rimborsi di chi avevano diritto. Cifre che raggiungono le centinaia di migliaia di euro e che stanno mettendo a dura prova la sopravvivenza di attività commerciali sane e preziose.

L’impegno della Regione sarà quello di portare all’attenzione della Conferenza Stato-Regioni un tema che riguarda il Lazio ma anche altre Regioni italiane, al fine di tentare di ricercare una soluzione e una forma di tutela a quanti, incolpevolmente, sono coinvolti in questa vicenda. Non lasciarli soli è la priorità che l’Istituzione regionale oggi ha voluto affermare.

Questi atti hanno raccolto il sostegno di tutte le forze politiche in Consiglio, all’unanimità. Per questo ringrazio tutti i Consiglieri che hanno dimostrando sensibilità e attenzioni verso temi estremamente sensibili.

 

Gino De PaolisConsigliere regionale Lista Civica Zingaretti

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY