“Città troppo sporca perché il contratto di servizio di CSP è inadeguato”

0
191

CIVITAVECCHIA – Il responsabile della Commissione Decoro Urbano del circolo territoriale di Civitavecchia “Giorgio Almirante” di Fratelli d’Italia, Daniele Leoni, questa mattina ha protocollato in Comune una lettera che costituisce il coronamento di oltre un mese di attività monitoraggio su tutto il territorio di Civitavecchia, dove, su segnalazione anche di molti residenti, “è stato riscontrato grande degrado ed un servizio di manutenzione del verde inadeguato”.

“Anche in questo settore l’Amministrazione Comunale, dopo 4 anni, ha ottenuto risultati assolutamente inadeguati ed insoddisfacenti – affermano dal Circolo – contribuendo a peggiorare il decoro della nostra Città. Tuttavia, non ci siamo limitati a segnalare le criticità ed inefficienze, ma abbiamo approfondito le problematiche del settore dialogando con gli operai e con l’amministratore di Csp, dott. De Leva: alla luce di quanto appreso e dallo studio del contratto di servizio, scaricabile agevolmente dal sito internet www.civitavecchiaservizipubblici.it , abbiamo riscontrato che il servizio, per come è stato delineato il contratto di servizio, è strutturalmente inadeguato e sarà sempre condannato ad essere gravemente insoddisfacente, considerando l’inadeguatezza del corrispettivo rispetto alla entità dei lavori affidati alla società CSP, che non riesce a dedicare un numero adeguato di addetti per l’espletamento del servizio. Pertanto la principale responsabilità della inadeguatezza del servizio ricade sull’Amministrazione Comunale e non sugli operai di Csp del settore del verde, dai quali, abbiamo riscontrato impegno e dedizione al lavoro”.

Alcune segnalazioni di Fratelli d’Italia hanno avuto comunque un riscontro positivo: in particolare il quartiere San Liborio, dopo mesi di documentato abbandono, finalmente è stato interessato da alcuni importanti interventi di sfalcio, che hanno ripristinato condizioni minime di vivibilità.

“Tuttavia il lavoro da fare è ancora moltissimo – concludono da Fratelli d’Italia – ed incombe il pericolo di incendi estivi: come da nostra consuetudine alla protesta preferiamo la proposta, che abbiamo inviato all’Amministrazione Comunale invitandola ad assumere provvedimenti di revisione drastica dell’appalto della manutenzione del verde, che richiede maggiori investimenti ed un maggiore controllo, visto che in molti casi abbiamo riscontrato situazioni di verde incolto in proprietà private, sulle quali la polizia locale dovrebbe vigilare per far applicare le ordinanze in vigore (ma non applicate, come sempre accade a Civitavecchia da 4 anni a questa parte…!), a tutela della incolumità pubblica e del decoro”.

La proposta di FdI mira a introdurre una squadra dedicata di almeno 10 unità lavorative che operi con continuità per il ripristino del decoro urbano nei seguenti quartieri: quartiere De Santis; quartiere Torraca e case popolari da Via Ascanio Fiori a Via Bandita delle Mortelle e Via Corradetti; quartiere Campo Dell’Oro; quartiere S. Liborio; Borgata Aurelia, S. Agostino e la Scaglia; S. Gordiano; Boccelle.

“Resta inteso – afferma Daniele Leoni – che gli altri addetti dovranno garantire un livello di decoro accettabile anche nelle altre zone, iniziando da Viale Garibaldi che rappresenta il biglietto da visita di Civitavecchia anche nei confronti di migliaia di turisti e croceristi. Il tutto nel pieno rispetto con quanto previsto nel capitolato di appalto”.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY