Circolo PD di S. Marinella “S.Marinella e i suoi abitanti da anni vivono in una perenne precarietà sociale ed economica”

0
223

Uno dei problemi più seri che ha investito la democrazia è senz’altro il nascere della cosiddetta antipolitica.
Il cittadino prende sempre più consapevolezza dei propri diritti e doveri e costatando che la politica, oramai, non è più lo strumento da utilizzare per soddisfare i propri bisogni, si rifugia in un’azione di rigetto, verso l’antipolitica e il populismo.
Una severa autocritica è necessaria da parte di tutti per evitare derive che niente hanno a che vedere con la democrazia e il rapporto tra cittadini e Istituzioni.
Il sistema democratico si basa sullo scambio tra le due parti che passa attraverso il dare (tasse) e avere (servizi), quando questo equilibrio si rompe la società civile nel suo insieme, ci rimette.
Ed è proprio quello cui assistiamo nella nostra cittadina già da molto tempo. Infatti, S. Marinella e i suoi abitanti da anni vivono in una perenne precarietà sociale ed economica, i servizi essenziali del vivere civile o sono negati o arrivano a fatica.
Anche quest’anno c’è incertezza sulla data e sulla sistemazione degli alunni per l’inizio dell’anno scolastico; la viabilità complessivamente ridotta a un colabrodo; i servizi sociali di aggregazione come la piscina e gli impianti sportivi sono lasciati in totale abbandono e alla mercé dei vandali, dei ladri come è successo per la copertura della tribuna dello stadio comunale o aperti e incustoditi all’utilizzo improprio nonostante i lavori in corso, con tutte le tragiche conseguenze cui abbiamo, purtroppo, assistito in questi giorni; le società sportive di riferimento sono costrette ad abbandonare senza un minimo di intervento da parte delle Istituzioni, come dichiaratorecentemente dal Presidente della società di pallacanestro; i marciapiedi sono un pericolo pubblico; l’economia arranca; il sottopasso della stazione ferroviaria è scandaloso sia per l’immagine che per la sicurezza di chi ne usufruisce; la raccolta dei rifiuti e lo spazzamento delle strade è inqualificabile; gli atti amministrativi di questa Maggioranza sono sempre in ritardo o sbagliati; il PEC è chiuso in un cassetto come il nuovo bando per la raccolta differenziata.
E’ necessario dunque, secondo il PD di S. Marinella – S. Severa ricucire questa lacerazione attraverso un cambio di rotta dell’azione politica e amministrativa nell’esclusivo interesse dei cittadini, affinché lo strappo non si trasformi in taglio netto.

Il Circolo PD di S. Marinella – S. Severa

SHARE

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY