Aquae Tauri, la Giunta approva un protocollo d’intesa con La Sapienza

0
236

CIVITAVECCHIA – Nella seduta di ieri, è stato approvato in Giunta un protocollo d’intesa tra Comune e Università di Roma Sapienza finalizzato ad attività di ricerca e scavo presso l’area archeologica denominata “Aquae Tauri”, in località poggio della Ficoncella.
“Grazie a una proposta della Società Storica Civitavecchiese, che, attraverso il lavoro encomiabile dei suoi volontari, ha già condotto e sta conducendo campagne di ripulitura e riqualificazione del sito – afferma l’assessore Manuedda – negli ultimi due anni abbiamo ‘riscoperto’ le importanti testimonianze archeologiche di età romana presenti, su terreni di competenza comunale, nell’area della Ficoncella. L’obiettivo iniziale, condiviso con i volontari dell’associazione, era quello di ripristinare condizioni di decoro all’area archeologica già nota e delimitata, per restituirla in futuro alla fruizione collettiva. Un obiettivo che intendiamo portare avanti. In aggiunta, a seguito delle prime campagne di ripulitura, abbiamo accolto con grande piacere e soddisfazione l’interesse dimostrato, sotto il profilo scientifico, dalle università Alma Mater di Bologna e Sapienza di Roma che hanno proposto, ottenendo la concessione della Soprintendenza, un progetto più ampio di indagine del sito archeologico, con prospezioni e nuove attività di scavo.
“Attraverso la sottoscrizione del protocollo d’intesa con la Sapienza di Roma – prosegue l’Assessore – che, tramite il Dipartimento di Scienze dell’Antichità, collabora alla direzione dello scavo, come Amministrazione abbiamo voluto aderire concretamente al progetto con il ruolo di co-promotori, convinti della sua opportunità e della sua rilevanza ai fini della migliore tutela e valorizzazione del patrimonio archeologico e culturale cittadino. Le attività di scavo inizieranno lunedì prossimo e proseguiranno fino alla fine di luglio. Aspettiamo con fiducia i risultati scientifici di questa prima fase di ricerca – conclude Manuedda – e auspichiamo che il progetto possa continuare nei prossimi anni anche con il coinvolgimento di altri partner istituzionali e sponsor”.

SHARE

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY