D317
20:54:34 @871 [SwBT]
Mer. 14 Novembre 2018

"Un monumento per gli Arditi del Popolo"

Lo propone il Segretario dell'Anpi Davide Stella dopo l'oltraggio alle corone del 25 aprile al Parco della Resistenza

Terme

CIVITAVECCHIA - Il gesto vile ed incivile di deturpare le corone che il Comune e l’Anpi hanno deposto in occasione del 62° anniversario della Liberazione lo scorso 25 aprile, costituisce un oltraggio a quei valori di democrazia, libertà, promozione umana, così duramente conquistati da quanti, uomini e donne, giovani e anziani, operai, contadini e intellettuali seppero opporsi alla barbarie del nazifascismo, alla follia di Auschtwiz, ai carnefici di S.Anna, Marzabotto, Boves, Fivizzano, Fosse Ardeatine.
Tale gesto costituisce inoltre un’offesa alla memoria e alla tradizione antifascista della nostra città, medaglia d’oro al valor civile per i fatti accaduti durante l’ultima guerra mondiale, e centro importante della Resistenza laziale.
Atto vandalico, figlio della imbecillità, o deliberato atto di vilipendio nei confronti della Resistenza che sia, ciò ci deve far riflettere sulla necessità di opporci al dilagare dell’ignoranza, alimentata dalla storiografia antiresistenziale e revisionista, grazie al potere mediatico di cui dispongono pseudogiornalisti o pseudostorici, come Vespa e Pansa, o politici come Berlusconi o Pera che, d’altronde, siedono in Parlamento accanto agli eredi degli assassini di Salò.
L’Anpi propone che i candidati a sindaco delle elezioni comunali assumano l’impegno di dedicare un monumento, in una zona centrale della città, alla memoria degli Arditi del popolo, prima forma di resistenza armata al dilagare delle squadracce fasciste, che vide proprio a Civitavecchia costituire una della formazioni più numerose a livello nazionale.


David Stella - Segretario Anpi Civitavecchia Sezione Ezio Maroncelli


Centumcellae.it

Quotidiano e portale telematico
reg. Trib. di Civitavecchia n° 3/2000
del 14 settembre 2000
E-Mail: info@centumcellae.it
Centumcellae.it
Leggi le nostre notizie con il formato RSS