Tortosa (PSI Lazio): linfedema, presentata interrogazione per un “polo specialistico” di cura nel Lazio

0
435

“In Italia sono 450 mila e non si sa bene come e dove curarli. Sono i malati di linfedema, la patologia degenerativa e disabilitante che rende gonfi gli arti facendoli assomigliare ad un blocco unico informe, per la quale, anche nel Lazio, non esiste un centro di cura specializzato.
Per questo oggi, unendomi alla battaglia portata avanti alla Camera dall’On.le Oreste Pastorelli, ho presentato un’interrogazione sul problema, chiedendo al Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, di impegnarsi affinché venga ripresa l’approvazione definitiva delle Linee Guida sul Linfedema, lasciate in sospeso dal Ministero della Salute, e per aprire un ‘polo d’eccellenza’ nella nostra regione che non costringa i malati solo al ricovero ma li assista anche in day hospital.
La cura in day hospital è stata infatti già positivamente sperimentata nel 2006 presso l’Ospedale San Giovanni Battista di Roma, l’unica struttura sanitaria del Lazio a dedicare parte dei posti letto alle patologie vascolari periferiche disabilitanti, poi però interrotta dall’Agenzia di Sanità Pubblica del Lazio per inadeguatezza normativa legata ai trattamenti.
Nell’interrogazione di oggi si chiede quindi che la realizzazione di un polo di eccellenza dedicato alla cura del linfedema possa consentire, oltre al ricovero in degenza ordinaria nei casi più gravi,la possibilità di coordinamento in day hospital con i centri di cura territoriali, in ossequio a quanto disposto dalle Linee guida stesse e dall’Associazione dei pazienti ‘SOS Linfedema’ che rappresenta migliaia di malati su tutto il territorio nazionale”.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY