Festa della Musica 2017, il 21 giugno più di 9 mila eventi in oltre 500 città

0
288

ROMA – Anche quest’anno il 21 giugno, giorno del solstizio d’estate, si terrà la Festa della Musica. Un’iniziativa che, come avviene in tutta Europa, coinvolge in maniera organica l’Italia intera trasmettendo quel messaggio di cultura, partecipazione, integrazione, armonia e universalità che solo la musica riesce a dare. Oltre 9 mila eventi nelle piazze, nelle strade, nei parchi, nei musei, nei luoghi di culto, nelle carceri, nelle ambasciate, negli ospedali, nei centri di cultura, nelle stazioni ferroviarie, negli aeroporti e nelle metropolitane di 511 città e borghi italiani e 41 sedi diplomatiche all’estero. Per questa edizione, l’Italia ha dato il tema La strada suona esortando, come avviene in Francia – dove la festa è nata 25 anni fa – i cittadini a esibirsi all’aperto con i propri strumenti unendosi idealmente ai tanti artisti coinvolti.

L’iniziativa è promossa dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, dalla SIAE – che per l’occasione applica tariffe agevolate – e dall’Associazione italiana per la promozione della Festa della Musica, in collaborazione con l’Anci, l’Unpli, la Conferenza delle Regioni, il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione internazionale, il Ministero della Salute, il Ministero della Difesa e quello della Giustizia. Media partner dell’evento è Rai Radio 3; l’edizione 2017 vede la collaborazione di Carrefour Market.
La Festa della Musica è un grande progetto che coinvolge enti locali, accademie, conservatori, scuole di musica, università, solisti, cori, fanfare e bande dell’esercito, orchestre, gruppi e bande musicali, in una parola tutti coloro che fanno musica sia dal punto di vista professionale che amatoriale. Dal Nord a Sud passando per le isole, coinvolgendo quei luoghi magici del Mibact che rappresentano il fiore all’occhiello del sistema Paese.

“La strada suona – ha dichiarato il Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo, Dario Franceschini – è il tema scelto per la Festa della Musica 2017 che torna quest’anno con un’importante partecipazione di artisti e un significativo incremento delle città coinvolte, cresciute dell’85% rispetto al 2016. Musicisti amatoriali e professionisti si uniranno per far risuonare ogni genere di melodia nelle strade di centinaia di borghi e città e celebrare l’inizio dell’estate”.

“SIAE è lieta di rinnovare il sostegno alla Festa della Musica – ha dichiarato il Presidente di SIAE, Filippo Sugar – una manifestazione di respiro europeo che celebra la musica dal vivo, creando occasioni di socialità e dando la possibilità ad autori, artisti e musicisti di esibirsi in tutti i luoghi pubblici, dai parchi ai musei e soprattutto nelle strade e nelle piazze delle incantevoli città del nostro Paese, grazie al Mibact. Quest’anno la Festa della Musica lancia un messaggio ancora più forte: ci ricorda che essere dalla parte dell’arte e della cultura è l’unica posizione da prendere contro la politica del terrore nei difficili giorni che viviamo, giorni in cui incontrarsi per ascoltare musica insieme assume il significato di una scelta precisa, di vita e di libertà”.

“Siamo così felici del rilancio della festa della musica – ha dichiarato il direttore di Rai Radio 3 Marino Sinibaldi – per Radio 3 aderirvi è un fatto quasi scontato: siamo la radio del servizio pubblico che ogni giorno trasmette molte ore di musica. E musica di tutti i tipi, ma sempre di qualità. L’idea che questa musica riempia piazze, teatri e molti altri luoghi il 21 giugno è un’occasione per dire quanto essa sia importante e possa essere anche popolare. Anche per questo noi quel giorno apriremo la sala storica della radio negli studi di via Asiago alla musica dal vivo”.

SHARE

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY