Via libera dal Ministero alle nuove prescrizioni Enel per Tvn

0
157

CIVITAVECCHIA – Un anno e mezzo di ordinaria amministrazione, accompagnata più da ombre che luci, da vari problemi che si sono acuiti, unitamente ad una massiccia dose di critiche. Ma oggi la Giunta Cozzolino ottiene quello che si può definire il suo primo vero successo, costruito su uno dei principali impegni elettorali. Con parere 1884 del 09.10.2015, infatti, la Commissione Tecnica di Verifica dell’Impatto Ambientale VIA/VAS ha espresso parere positivo alla sostituzione delle prescrizioni non ottemperabili, per espresso diniego delle Autorità competenti, tra quelle previste nel DEC/VIA/680/2003 relativo alla centrale a carbone di TVN – ovvero il porticciolo da diporto e la fruibilità del parco serbatoi con realizzazione di piste ciclabili, percorsi pedonali, percorsi salute e area giochi – con altre opere di uguale valenza socio-economica.
Quest’ultime sono state individuate nei seguenti interventi: sistemazione dei parchi cittadini (Resistenza, Spigarelli, Palazzo d’Acciaio, Bricchetto e Saraudi) e interventi sul verde pubblico e sulle alberature cittadine ad alto fusto; Interventi su rete idrica e fognaria (nuovo serbatoio Poggio Capriolo per una capienza di 5000 metri cubi, sistema di disinfezione acque, prolungamento a mare del bypass dei troppo pieno sul litorale, miglioramento della distribuzione del carico sulle linee fognarie del litorale); interventi su Trasporto pubblico locale (10 autobus a metano da 54 posti e due, sempre a metano, da 109 posti e quattro nuove postazioni per il servizio di bike sharing).
Tali opere saranno direttamente realizzate da ENEL, previa emanazione da parte del Ministero dell’Ambiente, di specifico provvedimento per l’ottemperanza alle prescrizioni VIA secondo questa nuova impostazione. Il ministero ha fissato in 12 mesi (dalla approvazione definitiva dei singoli progetti da parte del Comune) il lasso temporale per l’avvio dei lavori.
“Il rispetto delle prescrizioni VIA, fino ad oggi non ottemperate e che ricordiamo sono un vero e proprio obbligo di legge propedeutico al funzionamento della centrale, è un atto doveroso nei confronti dell’intera collettività cittadina, che quindi, oltre a ristabilire la legalità e il giusto corso delle cose, consentirà alla città un miglioramento della propria qualità della vita – afferma il Sindaco Cozzolino – infatti sono tutti interventi di cui Civitavecchia ha realmente bisogno a differenza dei due parchi, uno su terreno dell’agraria e l’altro in un fosso cittadino, precedentemente concordati con il Comune prima del nostro insediamento. Continueremo quindi nel nostro impegno per il rispetto della salute dei cittadini e per il miglioramento della qualità della vita dei civitavecchiesi che passa anche da provvedimenti come questo che con l’impegno che ci contraddistingue siamo riusciti faticosamente a condurre in porto”.

SHARE

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY