Comune povero, Cartellone povero

0
346

CIVITAVECCHIA – “Organizzare un cartellone estivo con zero euro non è semplice ma devo dire che grazie alla fondamentale collaborazione della Fondazione Cariciv, di altri piccoli sponsor e della tanta voglia di fare di una buona fetta della città siamo riusciti ad allestire diversi eventi che allieteranno l’estate civitavecchiese.
Non li introduco uno ad uno perchè poi saranno oggetto di future conferenze stampa, ma mi piace sottolineare come siamo riusciti ad abbinare eventi ormai molto radicati nella tradizione civitavecchiese a piacevoli novità. Il cartellone comunque non si esaurisce qui, stiamo ancora lavorando per organizzare qualche altro evento in agosto e quando il lavoro sarà ultimato non mancheremo di pubblicizzare anche questi ultimi”. Così l’Assessore alla Cultura Vincenzo D’Antò presenta il Cartellone culturale estivo 2015, che non sembra brillare certo per originalità e particolari eventi. Ad eccezione dell’Assalto saraceno, che torna piacevolmente dopo svariati anni di assenza, il programma degli eventi appare alquanto anonimo e di sicuro incapace di competere con le iniziative di altri centri del comprensorio, da Tarquinia e Fiumicino, passando per Tolfa ed Allumiere, che non vantano certo casse comunali più abbondanti rispetto a quelle di Civitavecchia. Tra gli eventi in calendario, ad ogni modo, da segnalare la rassegna cinematografica all’Arena Pincio, il Festival d Musica etnica, il Festival dei Popoli e l’ormai tradizionale concerto del tenore Luca Terranova. Ai cittadini il giudizio sulla qualità del Cartellone.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY