Viterbo. “Spazio pensilina”, una settimana tra arte, cultura e archeologia

0
259

VITERBO – Una nuova settimana di appuntamenti organizzati dall’Ufficio Turistico di Viterbo presso lo Spazio Pensilina di Piazza Martiri d’Ungheria. Una serie di incontri che spazia dall’arte all’opera lirica, dai laboratori alle immancabili visite guidate.
Giovedì 2 febbraio alle ore 17.30 sarà ospite Claudia Scarsella, un’artista emergente di crescente spessore artistico e visibilità internazionale, per parlare intorno al tema “Collage: linee progettuali nella moda e nell’arte”. Nata a Viterbo nel 1979, Claudia Scarsella si è laureata al Central Saint Martins College di Londra e in architettura al Politecnico di Milano. Vive e lavora a Milano. Sceglie come alfabeto espressivo il collage, sia tradizionale che digitale. I suoi collage generano anche sculture e installazioni. Assembla illustrazioni e foto, anche scattate da lei, disegni a mano e trame grafiche: visualità cangianti, disparate, emozionanti. I suoi collage sono strati di storia, emozioni sciolte e scolpite. Raccontano sentimenti e danno ordine alle sue passioni.
Venerdì 3 febbraio, sempre alle 17.30 si terrà “Giuseppe Verdi. Rigoletto”, una conferenza dedicata all’opera di Giuseppe Verdi, che fa seguito all’incontro sulla “Traviata” svoltosi la settimana precedente. Relatore sarà Massimo Bonelli, viterbese, laureato in lettere all’Università La Sapienza di Roma con specializzazione in storia dell’arte medioevale e moderna, è dirigente scolastico presso l’Istituto Comprensivo Colasanti di Civita Castellana. Ha completato i suoi studi con un dottorato in conservazione dei beni culturali e valorizzazione delle opere d’arte. Ha cantato come tenore, dal 2007 al 2012, nell’ensemble vocale Il Contrappunto diretta dal maestro Fabrizio Bastianini. Tiene conferenze e attività per promuovere la lirica e l’arte, con particolare attenzione al territorio della Tuscia.
Sabato 4 febbraio alle 15.30 è in programma il laboratorio per bambini “La scrittura nell’antichità: gli Etruschi”, a cura di Simona Sterpa e Agens Cultura. L’operatrice illustrerà, con una serie di immagini, la nascita della scrittura etrusca. I partecipanti, impiegando un pezzetto d’argilla, prepareranno una tavoletta sulla quale incidono con uno stilo il loro nome usando l’alfabeto richiesto. (quota di partecipazione: 8 euro inclusi supporti didattici, minimo 10 e massimo 12 partecipanti, prenotazione obbligatoria entro le ore 13 di sabato 4 febbraio – tel. 0761.226427 – info@visit.viterbo.it).
La settimana si conclude il 5 febbraio con “Domenica alla Rocca”, visita guidata al Museo Nazionale Etrusco Rocca Albornoz di Viterbo a cura di Valeria Fiorini, in concomitanza con “DomenicalMuseo”, iniziativa ministeriale che prevede l’ingresso gratuito in tutti i musei nazionali e le aree archeologiche nella prima domenica del mese. La visita inizierà alle 16. (quota di partecipazione: 5 euro a persona, 3 euro per bambini e ragazzi da 7 a 14 anni e gratuito per bambini fino a 6 anni. Durata della visita 1 ora e 30 minuti. Prenotazione obbligatoria entro le ore 19 di sabato 4 febbraio: tel. 0761.226427 – info@visit.viterbo.it).

SHARE

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY