Tanta musica per festeggiare i dieci anni di “Lituus Studi Musicali”

0
464

SANTA MARINELLA – La musica e la solidarietà rappresentano i due pilastri fondamentali che hanno sostenuto la “Lituus Studi Musicali” di Santa Marinella nel corso di quest’anno, di importanza considerevole dal momento che si presenta anche come il decimo anno di attività dell’associazione.
La scuola è infatti nata nel 2006 e per una decade si è impegnata ad innalzare il tenore culturale della città diffondendo la passione per la musica, tra i giovani e perfino tra i bambini, grazie ai numerosi corsi di propedeutica. Oltre a fornire una solida educazione storico-musicale grazie ai corsi di musica classica introdotti dopo qualche anno dalla sua fondazione, la scuola ha anche promosso, attraverso i laboratori di musica, i valori della collaborazione e della solidarietà, come dimostra il recente progetto che permetterà ai ragazzi diversamente abili dell’associazione “Stella Polare” di esibirsi durante il prossimo saggio di musica moderna.

“I ragazzi hanno avuto modo di prendere parte ai nostri laboratori – spiega il vice presidente della Lituus Roberto Pizzo – e grazie a questa riuscita collaborazione li vedremo eseguire un brano insieme ai nostri allievi di musica moderna con cui hanno fatto molti progressi nel corso di un anno”.

Quest’anno il saggio come si articolerà?

“Il 2 giugno vi sarà il saggio di musica classica presso la chiesa di San Giuseppe: dalle 16.00 alle 18.00 si esibiranno i più piccoli, dalle 20.30 alle 22.30 vedremo come protagonisti i ‘senior’. Per quanto concerne la strumentistica, gli insegnamenti comprendono chitarra classica, pianoforte, sassofono, clarinetto, tromba, flauto traverso e violino; da qualche anno infatti abbiamo esteso questo settore che ci ha permesso di costituire una maggiore varietà di corsi per i nostri studenti. Il 12 giugno invece sarà la volta delle esibizioni di musica moderna presso il parco ‘Martiri delle Foibe’ alle 18.30, ospitati dall’associazione ‘Stella Polare’ con cui abbiamo collaborato. In occasione di questo concerto abbiamo allestito un vero e proprio spettacolo, grazie anche al contributo della scuola di danza ‘DanZero’ che ha preparato delle coreografie originali con cui ci aiuterà ad animare la serata”.

C’è una tematica cardine in base alla quale è stata operata la scelta dei brani?

“Sì, per il primo anno abbiamo deciso di concentrarci sul tema delle musiche originali da film. Il repertorio è stato infatti confezionato scegliendo dei brani che provengono dalle colonne sonore più famose, come quelle di ‘Easy Rider’ e ‘Profondo Rosso’, dando così uno stimolo in più ai ragazzi che hanno avuto modo di conoscere meglio anche questo tipo di musica”.

Complessivamente come giudichereste il lavoro svolto dalla scuola al suo interno e sul territorio in questi dieci anni?

“Siamo molto felici di aver raggiunto questo traguardo – spiegano il vice presidente e il presidente Fabio Mancin – Le iscrizioni sono state costanti e gli alunni molto entusiasti. La scuola ci ha permesso di organizzare molti progetti anche per la città e, con questa costante affluenza e la collaborazione che tutta la scuola è pronta a dimostrare, ci auguriamo di poter fare sempre meglio”.

Giordana Neri

SHARE

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY