Si avvicina il primo “Open Day dell’Arte” all’istituto alberghiero di Ladispoli

0
133

LADISPOLI – Si avvicina il Primo Open Day dell’Arte all’Istituto Alberghiero di Ladispoli, in occasione della Giornata Nazionale promossa dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca: “Nessun parli… Oltre la parola, l’arte”. Il 22 novembre nelle scuole di ogni ordine e grado si dovrà parlare solo attraverso la musica e l’arte.
E’ così che l’Alberghiero di Ladispoli, grazie all’iniziativa della sua Commissione Eventi (composta dalle Docenti Karin Bedini, Donatella Di Matteo, Sara Leonardi e Carmela Panzella) ha deciso di rispondere all’appello del Ministero, invitando tutte le Associazioni del territorio, per dare vita al primo OPEN DAY DELL’ARTE.

A spiegare l’iniziativa è la Prof.ssa Vincenza La Rosa, Dirigente Scolastica dell’Istituto Superiore “Giuseppe Di Vittorio”: “Desideriamo aprire le porte della scuola a tutte le Associazioni musicali e artistiche, per realizzare una vera e propria ‘Festa dell’Arte’. Performance, concerti, letture poetiche, mostre, spettacoli teatrali e coreutici: tutti i linguaggi, le forme e i codici estetici sono invitati a partecipare. Aderiamo con entusiasmo all’iniziativa del Ministero, perché crediamo fermamente nell’insostituibile valenza educativa dell’arte, in tutte le sue declinazioni. Non dimentichiamo che quando il grande intellettuale Herbert. E. Read, all’indomani della Seconda Guerra Mondiale, volle indicare gli strumenti per un’etica della rinascita in Europa, fece riferimento proprio all’educazione artistica. Non esiste niente di più potente ed efficace per favorire il processo di crescita degli individui e delle società”.
Il quadro normativo è quello introdotto dalla Legge 107 del 13 luglio 2015 e dal D. Lgs 60 del 13 aprile 2017: “E’ compito del Sistema Nazionale d’Istruzione e Formazione – si legge al comma 2 dell’Art.1 – promuovere lo studio, la conoscenza storico-critica e la pratica delle arti, quali requisiti fondamentali del curricolo, nonché, in riferimento alle competenze sociali e civiche, sviluppare le capacità analitiche, critiche e metodologiche relative alla conoscenza del patrimonio culturale nelle sue diverse dimensioni”.
Finalmente, dunque, anche in Italia è stata introdotta l’obbligatorietà dell’esperienza artistica per tutti gli studenti. La strada da percorrere è ancora lunga, ma il Ministero dell’Istruzione ha preso la decisione di accendere i riflettori su questo tema, dando vita ad un evento dal forte valore simbolico.

“E’ nostro obiettivo avvicinare l’universo scolastico, anche e soprattutto quello di una scuola professionale, al mondo dell’espressione e della comunicazione artistica. C’è un elemento di affinità e di comune identità fra questi due universi: – ha sottolineato la Prof.ssa Karin Bedini, Docente dell’Alberghiero di via Federici – la creatività, la poiesis di cui parlava Aristotele, vale a dire la capacità e la “cultura del fare”. Forse non sempre si riflette sul fatto che la parola ‘creare’ condivide la sua radice etimologica sanscrita, kar, con il termine ‘crescere’. Questo ci richiama profondamente al nostro dovere pedagogico e al nostro compito educativo, perché è del tutto evidente, per i contemporanei come per gli antichi, che solo attraverso l’arte – nelle sue infinite forme – è possibile una vera crescita e un’autentica evoluzione interiore”.
“Si tratta di un evento imperdibile per sottolineare la centralità della dimensione artistica nella formazione di ogni individuo. – ha dichiarato la Prof.ssa Valeria Mollo, Vicepreside dell’Istituto Alberghiero di via Federici – Pur essendo, il nostro, un Istituto ad indirizzo professionale-alberghiero, abbiamo da sempre dedicato ampio spazio all’espressione artistica. Proprio lo scorso anno si è svolto, sempre in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, il Progetto “La parola, la musica, il movimento”, che ha portato molti nostri allievi a cimentarsi con il canto e con la pratica musicale. E’ difficile, per noi, dimenticare l’emozione dei tanti studenti che hanno assistito per la prima volta ad un concerto di musica classica, quando l’Orchestra “Renzo Rossellini” è venuta ad esibirsi nell’Aula Magna del nostro Istituto. Purtroppo, nelle scuole si continua a privilegiare la dimensione cognitiva dell’apprendimento, ma noi crediamo nella centralità dell’attività estetica nei processi educativi e nella costruzione dell’identità”.

Ma si può fare cultura insieme. Ecco allora il senso profondo dell’iniziativa ideata dalla Commissione Eventi dell’Istituto Alberghiero: un networking dell’arte o, se si preferisce, l’arte come networking, una rete che coinvolgerà numerose Associazioni e diversi artisti del territorio.

Molti gli appuntamenti in cartellone per il Primo Open Day dell’Arte: l’intervento dell’Assessore alla Cultura del Comune di Ladispoli Marco Milani (che parteciperà anche in veste di scrittore); il concerto del pianista M°Omar Darder (della scuola di musica “Ieeem Rievoluzione Musicale”); i “Super-fluo” del duo Federico Brini (pianoforte) e Alessandro Battafarano (chitarra elettrica); quindi il M°Simone Di Cataldi (Piano Jazz), Arianna Ferrante (Jazz Vocalist), l’attore Manuele Guarnacci, i cantanti dell’Associazione “Il Melodramma” (che ha contribuito al noleggio del pianoforte della Ditta “Di Marco” di Fiumicino), diretta dal Maestro Roberto Magri.
La manifestazione ha visto la collaborazione di molti Dirigenti Scolastici. La Scuola Media “Corrado Melone”, diretta dal Prof. Riccardo Agresti, interverrà con gli allievi dei Docenti Antonella Frabotta e Michele Muscolino e con il Gruppo Strumentale del Maestro Sergio Cozzi (Cristina Ciufoletti al flauto; Gianluca Mogliè, Rebecca Benfatti, Giulia Lustrino al clarinetto; Sara Tesini e Martin Perrelli al sassofono; Sebastiano Dieguez al fagotto; Viola Di Giovanni, Giulia Giordano, Francesco Di Bartolomeo al pianoforte). La Scuola Media “Ilaria Alpi” parteciperà all’evento con un ensamble di 12 chitarre dirette dal Prof. Leonardo Gallucci e con un allievo di pianoforte della Prof.ssa Maria Rosaria Coppola.
Partecipazione straordinaria sarà, poi, quella dei danzatori di due compagini di fama internazionale, sovvenzionate dal Ministero dei Beni, delle Attività Culturali e del Turismo: il “Cie Twain physical dance theatre – Twain Centro Produzione Danza Regione Lazio”, diretto da Loredana Parrella (che eseguirà la performance “L’acqua, la donna, la notte” dedicata alla figura di Ulisse, interpretata da Maeva Curco Llovera e Gianluca Formica) e la “Mandala Dance Company” (la performance, dal titolo “INTER_CONNECTIONS”, vedrà la coreografia e la regia di Paola Sorressa; danzatori Elisa Lauria, Chiara Tedeschi, Chiara Tosti, Elena Pera e Francesco Ciani).
Accanto ai professionisti, si esibiranno anche i docenti e gli allievi dell’Istituto Alberghiero di Ladispoli: Andrea Fucci e Chiara Petronio al canto, Marco Mastropietro con i “Guarachando” (su coreografie dei Maestri Paola Paolucci e Stefano Angelini), Lorenzo Pugnali al pianoforte, le studentesse Martina Persico, Federica Filacchioni, Marta Callari, Camilla Seri, Sara Cunsolo e Cecilia Pacitti con la “Starlight Company” diretta da Stefania Palmieri.

Il tutto avverrà nella splendida cornice del vernissage allestito dall’Associazione “In Arte” della Dott.ssa Ilva Marchizza, con il sostegno dell’Associazione “Inquadro” di Cerveteri. Anche l’Associazione onlus “Nuove Frontiere” allestirà una mostra pittorica dell’ ‘officina degli artisti’, con opere realizzate da ragazzi diversamente abili.
Da segnalare lezioni e workshop nei pomeriggi del 21 e 22 novembre, aperti a tutti gli studenti dell’istituto Superiore “Giuseppe Di Vittorio”: teatro con l’attore Manuele Guarnacci, Pianoforte con il Maestro Omar Darder, Balli caraibici con ASD “Guarachando”, a cura di Federica Angelini e Andrea Nieddu.

Appuntamento al 22 novembre (ma alcuni laboratori, come si è detto, apriranno già nel pomeriggio del 21): la Festa dell’Arte comincerà alle 9:30, con l’esibizione degli allievi dell’Istituto Alberghiero.
Un’occasione da non perdere.

SHARE

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY