Sabato inaugura a Anguillara la mostra “Autobiografia di un paese in guerra”

0
115

ANGUILLARA – La Grande Guerra vissuta e raccontata dagli anguillarini in mostra da sabato 25 Novembre 2017 ad Anguillara al Museo Storico della Civiltà Contadina e della Cultura Popolare “Augusto Montori”.
Grazie alla collaborazione tra l’Associazione Culturale Sabate che dal 1992 ha dato vita alla struttura museale e all’Associazione Arca sul Lago viene riproposta al pubblico la splendida mostra “Autobiografia di un Paese in Guerra” che l’associazione, presieduta da Franco Chiavari, ha organizzato alla biblioteca comunale nell’ambito del progetto “Pace o Guerra: Il 1914 I Dilemmi del Novecento”.
“Si tratta di una mostra così accurata e ben fatta – commenta il presidente dell’associazione Sabate Graziarosa Villani – che non poteva essere dimenticata. In questa ricerca c’è la vita, la passione, il patriottismo dei tanti anguillarini che combatterono al fronte e delle loro famiglie. Oltretutto la mostra si muove nel solo dello studio archivistico che Angela Zucconi, nostra presidente onoraria, fece per scrivere il suo Autobiografia di un Paese che resta una pietra miliare per la storia locale”.
Tra le tante scoperte fatte da Arca sul Lago, grazie all’opera di salvaguardia dell’archivio storico comunale, ce n’è una eccezionale. Si tratta della splendida lettera rinvenuta sigillata dopo 101 di una innamorata, Ninetta, a Marolo Di Carlo, soldato anguillarino morto al fronte. Quella lettera arrivò quando ormai Marolo era morto. Il giovane anguillarino cadde a Valle Lastaro il 18 giugno 1916. La lettera fu rispedita al mittente, ma evidentemente non venne consegnata a Ninetta ed è rimasta chiusa, ancora con i francobolli dentro per una attesa risposta, per tutto questo tempo. Marolo Di Carlo fu uno dei tanti caduti anguillarini. La mostra e l’interessante catalogo della mostra li ricorda riportando per ognuno una scheda. Si tratta di: Liberato Brunetti, Filippo Bucci, Rinaldo Bucci, Giovanni Canzonetta, Giovanni Cesi, Armando Chiavari, Nemisio Climati, Carlo De Battistis, Gennaro De Santis, Evaristo Di Carlo, Giuseppe Di Carlo, Marolo Di Carlo, Pietro Di Carlo, Rinaldo Fiorucci, Giuseppe Gentili, Biagio Guidi, Mariano Innocenzi, Domenico Marasca, Francesco Mariani, Biagio Parrucci, Primo Ricci, Biagio Rinaldi, Domenico Rinaldi, Enrico Rossi, Oreste Scrivieri, Golia Settimi, Ettore Vannaroni, Rinaldo Vannaroni, Filippo Zampi.
La mostra è un valore aggiunto per tutta Anguillara. Riscopre pagine dolorose di una Italia che credeva nella patria. L’Associazione Culturale Sabate depositaria della tradizione locale non poteva lasciarsi scappare questa occasione di approfondimento.
In occasione della inaugurazione prenderanno la parola Franco Chiavari, Lucia Buonadonna dell’Associazione Arca sul Lago, l’assessore alla Cultura del Comune di Anguillara Viviana Normando e Marcello Ramognino, regista, documentarista e studioso dell’iconografia della Grande Guerra.
Si invita tutta la cittadinanza a partecipare.

SHARE

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY