Piatti tipici dei Monti Cimini e 10.000 candele a Caffeina

0
324

VITERBO – Dal 24 giugno al 3 luglio, in occasione del festival Caffeina, 10 mila candele illumineranno il Palazzo Farnese a Viterbo, in Via San Lorenzo presso il ponte del Duomo, per il progetto “I Buoni dei Cimini”, coordinato dalle associazioni Notte delle Candele ed Etruriain con il sostegno delle amministrazioni locali per promuovere il territorio dei Monti Cimini come destinazione turistica ed enogastronomica. Presso lo storico edificio sarà allestito un ristorantino dedicato ai piatti tipici locali, con un menù completo, dall’antipasto al dolce, elaborato per l’occasione da Felice Arletti dell’agriristoro Il Calice e la Stella di Canepina. La Notte delle Candele di Vallerano, che oggi è uno degli eventi del territorio di maggior richiamo a livello nazionale, completa la sua attività di promozione territoriale sostenendo le eccellenze enogastronomiche dei Monti Cimini. L’obiettivo principale sarà quello di raccontare la storia di un territorio attraverso la degustazione dei principali piatti tipici dell’area Cimina.
Numerosi sono i produttori aderenti all’iniziativa, che porteranno in tavola a Viterbo le eccellenze, dalla nocciola alla castagna, passando per la frittura e la porchetta di Vallerano, esaltando la storia del “maccarone” di Canepina alias “fieno” e i piatti alla canapa sativa, il tutto in abbinamento a olio extravergine d’oliva e vini di Vignanello. Partecipano le aziende Selva Cimina di Canepina (Il Calice e la Stella) con la canapa, il Pastificio Fanelli di Canepina con il fieno, Mastrogregori di Vallerano con le castagne, La Gentile di Caprarola con le nocciole e le creme, il Frantoio Cioccolini di Vignanello con l’olio extravergine d’oliva, Colli Cimini di Vignanello con i vini, Forno Fiorentini di Canepina e Pasticceria Isanti di Corchiano con i dolci secchi, la gelateria Crema e Latte di Vasanello, il caseificio Chiodetti di Civita Castellanacon i suoi formaggi e il Vivaio Pugliesi di Vignanello p er l’allestimento floreale.
Una rassegna enogastronomica completa con tanti appuntamenti tra showcooking, incontri con i produttori, degustazioni e dibattiti. Si parlerà dei Monti Cimini attraverso la porchetta e la frittura di Vallerano, le nocciole, le castagne e i vini Docdi Vignanello, una serata dedicata al progetto Farmers Roma a sostegno delle produzioni agroalimentari biologiche, sostenibili, di cultura storica e geografica del prodotto, dal fieno di Canepina al caffè bio-equo-solidale, dalla birra al vino biologico e la serata dedicata al fieno canepinese e allo showcooking dello chef del Gambero Rosso Salvo Cravero, che presenterà ufficialmente il nuovo menù “Fieno Revolution 2.0″, la pasta tipica di Canepina nella versione “street food”.
All’interno del cortile di Palazzo Farnese sarà inoltre allestita la mostra delle scultre in legno di castagno dell’artista Sante Ghizi. Tutte le sere dal 24 giugno al 3 luglio a Viterbo sarà quindi possibile conoscere e degustare un territorio ricco come quello dei Monti Cimini coniugato con l’atmosfera magica della Notte delle Candele.

SHARE

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY