Pasolini rivive con “Un intellettuale in Borgata” con la maestria di Leo Gullotta

0
183

CERVETERI – L’omaggio a Pier Paolo Pasolini vedrà la presenza di un grande ospite sabato 9 febbraio a Sala Ruspoli. Si tratta di Enzo De Camillis, regista e scenografo di prestigio nazionale ed internazionale che, insieme al Professor Michele Castiello, curatore della rassegna cinematografica, presenterà la proiezione del docufilm Un intellettuale in Borgata”.

Protagonista del docufilm, ideato e realizzato da De Camillis, un’icona del cinema, teatro e doppiaggio italiano: Leo Gullotta.
Leo Gullotta ha recitato al cinema, in teatro e in commedie interpretando anche ruoli drammatici, ed ha partecipato a numerosi sceneggiati e varietà televisivi. Come doppiatore ha prestando la sua voce all’attore Premio Oscar Joe Pesci nel film “Mio cugino Vincenzo”, di Jonathan Lynn nel 1992 e in C’era una volta in America e, dopo la morte di Oreste Lionello, ha doppiato anche Woody Allen.
Tra gli altri, ha doppiato il personaggio di Paulie, interpretato da Burt Young, e anche il regista Roman Polanski (il commissario) in “Una pura formalità” di Giuseppe Tornatore.
Sua è la voce del computer Edgar nel film Electric Dreams e del robot Numero 5 nel film Corto circuito.
Nel frattempo mostra il suo volto drammatico anche sul piccolo schermo nel ruolo dell’arcigno direttore scolastico della fiction “Cuore” (2000), famoso romanzo di Edmondo De Amicis.
Tanti i premi e riconoscimenti nel suo palmares: tra i tanti, 3 David di Donatello, 4 Nastri d’Argento, un Globo d’Oro e un Ciak d’Oro.
Nei lunghi anni della sua pluridecennale carriera, e soprattutto attraverso i tanti doppiaggi di mostri sacri del cinema d’oltre oceano, gli ha consentito di acquisire quella tempra che solo un doppiatore di razza può davvero possedere.

L’appuntamento è nel consueto slot orario delle ore 16.30 e l’incontro con l’autore e per la proiezione del docufilm è gratuita.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY