All’Auditorium il tango appassionato di Placido Domingo Jr

0
204

ROMA – Anteprima assoluta, sabato 20 maggio all’Auditorium Sala della Musica di Roma, del nuovo concerto-spettacolo di Placido Domingo Jr, cantante, compositore e produttore, figlio del celebre tenore. “Volver – Anima Tango” è uno spettacolo multiforme fatto di musica, momenti teatrali e danza, basato sulle atmosfere e sulla tradizione del tango argentino.

In questa nuova produzione Placido Domingo Jr, per la prima volta in Italia con un suo concerto, sarà accompagnato dal Buenos Aires Cafè Sextet, guidato dal fisarmonicista e bandoneonista Cristiano Lui, che cura gli arrangiamenti originali dello spettacolo, da Annalisa Biancofiore, attrice-cantante che ne cura la regia, e dal corpo di ballo diretto dai ballerini di tango argentino Pablo Moyano e Roberta Beccarini, autori delle coreografie. Con loro sul palco anche Andrea Paoletti al violino, Stefano Ciotola alle chitarre, Remigio Coco al pianoforte, Paride Furzi al contrabbasso e Tommaso Tozzi alla batteria.

“Volver – Anima Tango” è uno spettacolo oltre il concerto che parla di un ritorno: in una atmosfera suggestiva, fatta di ombre, colori e rievocazioni, la voce di Domingo conduce il pubblico nel suo viaggio segreto, in cui l’intensità della musica, gli abbracci struggenti dei corpi che danzano e la profondità delle parole si fondono in un racconto unico, una emozione che si fa battito, come quando si torna a casa dopo un lungo viaggio e ci si ritrova.
Lo stato d’animo del tango è la condizione esistenziale del protagonista, che guarda con nuovi occhi tutto ciò che lo circonda: tutto si trasforma, tutto diventa “Tango”, in un singolare viaggio musicale e umano che va da Gardel a Piazzolla, passando per Bacalov, Modugno, Tenco e tanti altri, e che, accanto a celebri tangos tradizionali, regala una nuova veste a brani altrettanto importanti e conosciuti al grande pubblico.

Appuntamento sabato 20 maggio a Roma, Auditorium Parco della Musica, ore 21:00.

  • Share/Bookmark

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY