A Tarquinia l’XI Meeting Internazionale “Esploratori di Valori” di Semi di Pace

0
108

TARQUINIA – Mafia, violenza di genere e Shoah. Filo conduttore, il coraggio. È l’XI Meeting Internazionale “Esploratori di Valori” di Semi di Pace, onlus di Tarquinia. La manifestazione si terrà il 17 e 18 giugno alla Cittadella (loc. Vigna del Piano snc), sede dell’associazione.
La giornata inaugurale (inizio ore 15.30), con il “coraggio di servire”, sarà uno spazio di riflessione e approfondimento sulla lotta alla mafia, a 25 anni di distanza dalle morti di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino. Ne parleranno Don Luigi Ciotti, fondatore del gruppo Abele e promotore di Libera, il presidente della fondazione “Antonino Caponnetto” Salvatore Calleri; l’imprenditore Tiberio Bentivoglio, da 20 anni impegnato nella lotta contro il racket; il giornalista di Avvenire Antonio Maria Mira. Con loro gli studenti dell’IISS “Vincenzo Cardarelli” di Tarquinia, istituto che ogni anno partecipa all’iniziativa “Legalità in Campo”. L’incontro si concluderà con la messa a dimora di una pianta di arancio. Moderatore dell’evento Alberto Colaiacomo, responsabile del settore comunicazione e stampa della Caritas diocesana di Roma.
Storie di donne. Il “coraggio di lottare” contro la violenza di genere, attraverso la testimonianza di chi ha subito maltrattamenti e l’impegno delle istituzioni per contrastare il fenomeno. Con una panoramica della condizione femminile nei Paesi in via di Sviluppo. Se ne parlerà la mattina del 18 giugno (inizio ore 9.15). Interverranno le giornaliste di TV2000 e dell’Osservatore Romano Monica Mondo e Silvia Guidi, il direttore dell’ufficio affari generali e internazionali (dipartimento pari opportunità Presidenza del Consiglio dei Ministri) Michele Palma, il pubblico ministero della Procura di Viterbo Paola Conti, la cantante Francesca Alotta. Darà una preziosissima testimonianza Gessica Notaro (con un intervento telefonico o registrato), la giovane di Rimini aggredita con l’acido dall’ex fidanzato. Con loro anche i volontari di associazioni che operano in ambito internazionale per migliorare la condizione delle donne. A chiudere, i responsabili di Semi di Pace illustreranno l’impegno dell’associazione a Cuba e nella Repubblica Democratica del Congo.
Il pomeriggio del 18 giugno (inizio ore 16) sarà dedicato alla Shoah, con “Memory in Concert” e l’inaugurazione, nel Labirinto della Memoria, della mostra permanente “La Shoah in Italia. Persecuzione e deportazioni (1938 – 1945)”. Ospiti due persone straordinarie che con la loro vita hanno dimostrato il “coraggio di vivere”: Edith Bruck, scrittrice ed ex deportata, e Piero Terracina, ex deportato e presidente onorario di Progetto Memoria. Elisa Guida, direttore scientifico della mostra, presenterà l’esposizione che illustra la storia della persecuzione dei diritti e delle vite degli ebrei in Italia dal 1938 al 1945 (con una riflessione sull’insieme delle deportazioni dall’Italia e un approfondimento alla storia locale) attraverso 40 pannelli raccolti in 12 sezioni tematiche: 2 di premessa e contestualizzazione, 3 sulla persecuzione dei diritti, 4 sulla persecuzione delle vite, 3 sul dopoguerra. Gli allievi dell’Accademia Tarquinia Musica saranno i protagonisti di “Memory in Concert”, eseguendo brani di musica classica e della tradizione ebraica.
L’XI Meeting Internazionale “Esploratori di Valori” ha il patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri, della Camera dei Deputati, della Regione Lazio, della Provincia di Viterbo, del Comune di Tarquinia e dello SNADIR. È organizzato in collaborazione con l’IISS “Vincenzo Cardarelli” e l’Accademia Tarquinia Musica.

  • Share/Bookmark
SHARE

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY