Scuola. Unindustria: partnership tra imprese e scuole per formare studenti 4.0

0
474

ROMA – Sono stati presentati oggi, nella sede romana di Unindustria, i risultati del progetto “Skill match e modelli formativi integrati per l’alternanza scuola-lavoro” realizzato da Unindustria con il contributo della Camera di Commercio di Roma, con l’obiettivo di costruire partnership didattiche tra scuole, università e aziende, soprattutto sui temi della digitalizzazione e delle nuove tecnologie. In particolare, la collaborazione tra aziende e scuole ha permesso di sperimentare modelli formativi funzionali a sviluppare gli skills adeguati ai nuovi paradigmi richiesti da Industria 4.0.

“L’analisi da cui è partito questo progetto ci ha restituito una fotografia complessa del mercato del lavoro nella nostra regione che sembra polarizzarsi tra la domanda di figure a bassa specializzazione e la ricerca di professionisti altamente qualificati e dotati di sempre più competenze trasversali – ha dichiarato Filippo Tortoriello Presidente di Unindustria in apertura dei lavori – Sembra essere venuta meno, anche nel Lazio, una fascia di figure lavorative intermedie, per cui diventa essenziale una stretta intesa tra sistema dell’istruzione e tessuto produttivo, per valorizzare sia la formazione teorica che le sue applicazioni pratiche. I modelli sperimentali presentati oggi sono un esempio realmente tangibile di come questa intesa può e deve funzionare. Per questo come Unindustria – conclude Tortoriello – abbiamo fatto seguire coerentemente azioni coordinate e sinergiche come il progetto ‘Skill match’ che presentiamo oggi, l’Accordo Quadro con le sette maggiori Università della Regione e la creazione dell’Istituto Tecnico Superiore Meccatronico a Frosinone che ha chiuso da pochi giorni le iscrizioni per formare allievi in grado di rispondere alle nuove esigenze dei processi produttivi 4.0”.

All’incontro hanno preso parte Giuseppe Biazzo, Consigliere di Presidenza con delega Sviluppo del Capitale Umano di Unindustria che ha presentato i risultati della ricerca e gli skills richiesti dalle imprese; Nicoletta Amodio, Responsabile Industria Innovazione Area Politiche Industriali Confindustria; Leonardo Quattrocchi, docente Digital Transformation Industry 4.0 Luiss Business School; Licia Cianfriglia, Responsabile Partnership e Relazioni Istituzionali ANP – Associazione nazionale dirigenti pubblici e alte professionalità della scuola; Carlo Giovannella, Presidente ASLERD (Association for Smart Learning Ecosystem and Regional Development).

Ad illustrare i modelli sperimentali e le esperienze realizzate nel settore IT, le aziende associate ad Unindustria e le scuole che hanno preso parte al progetto: Almaviva spa e Aubay Italia con Itis Giuseppe Armellini, Engineering Ingegneria Informatica spa con Itis Enrico Fermi, Softlab Spa con IIs Enzo Ferrari. I progetti hanno riguardato la realizzazione di soluzioni software, di applicazioni IT in ambiente Cloud, con tecnologie “Internet of Things” e con “wearable devices” con tecnologie di “augmented & virtual reality” e utilizzo di droni. Sono stati realizzati blog, pagine web, siti Internet, video e profili social.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY