Regione. Tidei (Pd): “Inserire circoncisione preventiva nei Lea, serve impegno governo”

0
286

ROMA – “Le cronache degli ultimi giorni sottolineano l’urgenza di procedere rapidamente per mettere in campo iniziative e misurevolte a rendere sicura la pratica della circoncisione preventiva”.

Lo dichiara, in una nota, la consigliera regionale del Lazio Marietta Tidei (Pd), che aggiunge: “Sicurezza non è solo sinonimo di condizioni igienico-sanitarie adeguate, ma è anche la possibilità di ricorrere alla circoncisione nelle strutture sanitarie a prezzi contenuti. Per rafforzare questo percorso è necessario che la circoncisione preventiva venga inserita nei Lea, a livello nazionale, così come è auspicabile l’attivazione di un tavolo regionale, nel Lazio, per promuovere iniziative come i protocolli con gli ospedali, alcuni già ne esistono ma è necessario che questo intervento possa avvenire ad una ‘tariffa sociale’. Se non si interviene il rischio è quello di veder aumentareil numero dei bambini morti a causa di circoncisioni effettuate in casa, in condizioni precarie e di totale insicurezza. Chi ricorre a questa pratica clandestinamente lo fa spesso perché non può sostenere i costi dell’intervento in ospedale: è qui che bisogna intervenire. Giudichiamo positivo l’incontro del sottosegretario alla Salute Armando Bartolazzi con Foad Aodi, presidente Amsi e consigliere Omceo di Roma: ci auguriamo che il lavoro per le circoncisioni preventive nelle strutture pubbliche si sostanzi presto di impegni concreti, a tutti i livelli istituzionali.” 

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY