Regione. Interrogazione Cinque Stelle per un incarico ad un presunto falso ingegnere

0
815

ROMA – “Ho depositato un’interrogazione sull’ennesimo conferimento di un incarico in assenza di requisiti da parte di un DG di una Asl laziale, un caso che la dice lunga sui problemi che affliggono questa regione. Dagli atti risulta infatti che la Asl RmE ha conferito un incarico da dirigente ingegnere al signor G. P, e che questo ha diretto i lavori e coordinato la sicurezza di numerosi cantieri nelle strutture gestite dalla Asl”. Lo rende noto il Consigliere regionale Cinque Stelle Devid Porrello, che spiega: “Non ci sarebbe nulla di strano se non fosse che dalla documentazione risulta che Piacentini non è ingegnere ma che si è iscritto a La Sapienza nel 1975 per poi abbandonarla nel 1990, senza aver conseguito la laurea, contrariamente a quanto dichiarato nell’autocertificazione presentata dal nipote di Marcello, ‘l’architetto del regime fascista’. E’ quindi evidente che il conferimento dell’incarico è illegittimo e che la Asl Rm E deve tutelarsi, procedendo per vie legali e amministrative contro il falso ingegnere, che deve essere licenziato, e avviando azioni di autotutela nei confronti degli atti da lui firmati. Stupisce che nessuno nell’amministrazione dell’azienda sanitaria si sia preso la briga di verificare i titoli, forse confidando troppo nel suo cognome, mi auguro però che Zingaretti risponda presto a questo atto, senza il solito burocratichese e faccia tutto il possibile per rintracciare eventuali responsabilità di terzi.”

SHARE

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY