Regione. Acqua pubblica, continua il lavoro per la difesa dei principi referendari

0
268

ROMA – “Approvato oggi l’ultimo atto politico per la difesa dell’acqua come bene comune. L’ordine del Giorno collegato al bilancio, che porta la firma dei consiglieri di Insieme del Lazio e di tanti altri consiglieri della maggioranza, è stato approvato questa mattina in aula e chiude il lavoro emendativo iniziato a fine agosto, nell’ambito della legge n. 381/17.” Così in una nota Gino De Paolis, capogruppo di Insieme Per il Lazio.
“Con il combinato disposto di quell’emendamento alla legge e del nostro Ordine del Giorno – spiega De Paolis – riusciamo a demandare ad un atto amministrativo la definizione dei bacini idrografici, utili a rendere la gestione dell’acqua più vicina al controllo dei cittadini e soprattutto consentire ad ogni amministrazione comunale di scegliere in modo libero la soluzione che ritiene migliore e ad impegnare il Presidente e la Giunta, entro e non oltre 60 giorni, a predisporre tutti gli atti necessari all’approvazione della Convenzione di cooperazione tipo, regolante i rapporti tra i Comuni ricadenti in ogni Ambito di Bacino Idrografico”.
“Il Lazio – aggiunge – continua a dimostrare che buon governo e buon coraggio politico e amministrativo sono la chiave per piccole rivoluzioni: ricordiamo infatti che prima la legge 5/2014 sul riordino del sistema idrico, nella quale abbiamo fissato i principi del referendum del 2011, e cioè che l’acqua è un bene comune e un diritto universale, poi il Collegato di fine Agosto e infine l’ordine del giorno di oggi sono tutti passaggi volti a rendere concreta una delle scelte più significative ed attese di questa legislatura: organizzare il servizio idrico in modo da garantire i principi di pubblicità sanciti nel referendum del 2011. Una vittoria che riteniamo essere di quei milioni di cittadini del Lazio che votarono Sì a quel referendum e della nostra parte politica che non ha mai smesso di battersi, anche in Consiglio, affinché quella volontà fosse rispettata.
“Accanto a questo – conclude De Paolis – mi preme sottolineare una questione sul tema dei trasporti avanzato in aula con un Odg dal Consigliere Malcotti e sul quale il sottoscritto e il Consigliere Porrello siamo più volte intervenuti. Si tratta della questione legata al sostegno economico ai trasportatori a cui è interdetto il transito nei comuni di Ladispoli e Cerveteri, costretti quindi a percorrere l’autostrada A 12. Per anni l’Assessorato competente ha ritenuto fosse inopportuno stornare risorse a favore del trasporto privato, essendo già fortemente limitate quelle a disposizione del Trasporto pubblico e dei pendolari. In ogni caso sia io che il collega Porrello abbiamo espresso voto positivo all’iniziativa di Malcotti, perché è la posizione che abbiamo sempre sostenuto e sperando che questo atto di indirizzo possa essere utile.”

SHARE

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY