Una splendida esperienza il partenariato tra Liceo Galilei e Lycée Bergson di Parigi

0
173

CIVITAVECCHIA – Si è rivelata una bellissima esperienza lo scambio tra il Liceo Galilei e il Lycée Bergson di Parigi! Il progetto ha visto coinvolti 11 alunni della classe quarta Esabac del Liceo Linguistico che, accompagnati dalle Prof.sse Simona Borgna e Maria Rita Brizi, si sono recati a Parigi dal 6 al 10 marzo, ospitati dai loro corrispondenti parigini e hanno a loro volta accolto i ragazzi francesi dal 20 al 24 marzo.
I liceali francesi, arrivati a Civitavecchia nel pomeriggio del 20 marzo, sono stati accolti al Liceo Galilei dai loro corrispondenti, dalle docenti Borgna e Brizi e dalla Dirigente che ha tenuto in aula magna un discorso di benvenuto esprimendo un sincero e significativo apprezzamento per questo progetto di partenariato che rientra pienamente anche nei canoni dell’alternanza scuola lavoro auspicando la nascita di una proficua collaborazione e “amicizia” tra i due Licei.
Al Liceo Galilei di particolare rilevanza la matinée dedicata al Progetto Castrum Novum durante la quale gli alunni della 4G Scientifico di Santa Marinella, coordinati dalla Prof.ssa Clelia Di Liello, hanno presentato le varie slide del Progetto in lingua inglese e i loro colleghi della 4A Esabac del Linguistico hanno commentato i vari aspetti del progetto in lingua francese, ricevendo il plauso delle insegnanti francesi. La giornata è poi proseguita con la visita al Museo della Navigazione e al Castello di Santa Severa dove alcuni ragazzi del Linguistico hanno tradotto in simultanea le spiegazioni della guida.
Altre due giornate interamente dedicate alla visita alla Capitale: complice il bel tempo, i due gruppi di ragazzi italiani e francesi hanno passeggiato ammirando le bellezze della Città eterna… il Colosseo, il Foro Palatino, per arrivare poi al centro storico …Fontana di Trevi… piazza di Spagna, Trinità dei Monti…
I corrispondenti francesi e le loro insegnanti, Karine e Sophie, ospitate dalle docenti del Linguistico, Simona Borgna e Maria Rita Brizi, hanno apprezzato moltissimo il calore e l’affetto delle famiglie italiane e le varie occasioni di convivialità organizzate tra i ragazzi e anche con i professori.

SHARE

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY