Un pieno di consensi per il coro “Incantus”

0
259

CIVITAVECCHIA – E’ pressoché indescrivibile il successo raggiunto dal coro Incantus nel weekend del 17 e 18 ottobre, date in cui si è esibito conquistando il pubblico nostrano e non.
Il coro si è visto dapprima impegnato nella serata di sabato, prima data del festival Centumcellae, durante il quale ha introdotto con due brani ricchi di suggestive dinamiche le splendide coriste dell’Eos guidate dall’esperta direzione di Fabrizio Barchi. Il coro femminile, composto da circa trenta elementi, ha ammaliato l’uditorio con brani estremamente raffinati, resi ancora più gradevoli dal suono impeccabile della voce delle cantanti tanto da essere apprezzate anche dal pubblico meno esperto. Ed è proprio grazie al pubblico che i coristi sono spronati a fare sempre meglio e ad impegnarsi quanto più possibile per raggiungere nuovi obiettivi; lo stesso pubblico che domenica sera è rimasto dapprima incantato dalle meravigliose voci dei solisti e poi da quelle dei membri dell’Incantus, che hanno saputo intrattenere alla presenza del sindaco e di altre personalità del comune la delegazione giapponese di Ishinomaki, invitata per l’occasione. Presentando un repertorio vario e appropriato, il coro e il maestro Stefano Silvi hanno saputo soddisfare le aspettative, anche grazie all’esecuzione di un brano in lingua giapponese in onore degli ospiti presenti, che pare abbiano particolarmente gradito un rispettoso tributo alla loro cultura, oltre ad aver apprezzato molto il Cd che il coro ha recentemente prodotto, offertogli in dono prima dell’esibizione.
Lo stesso successo è stato riscosso nella serata del 25 ottobre, occasione in cui le suggestive voci del coro olandese YRDV, molto rinomato a livello locale e nazionale grazie al contributo canoro che fornisce alla santa messa in onda sull’emittente televisiva del luogo, hanno riempito la chiesa dei SS. Martiri Giapponesi. Il maestro e famoso organista Jan Willems ha confezionato un assortimento di brani estremamente interessante ed eterogeneo, dove non è mancato il contributo di celebri compositori italiani, garantendo un repertorio di ottima qualità per gli ascoltatori e per il coro Incantus con cui gli YRDV si sono esibiti. Inoltre gli ospiti olandesi, entusiasti dell’accoglienza ricevuta, pare abbiano deciso di ricambiare l’invito, dando modo a questa nostrana realtà musicale di farsi conoscere sempre di più.

SHARE

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY