Un concorso sempre più internazionale

0
231

CIVITAVECCHIA – Si è tenuta sabato 21 novembre la premiazione del 15° Concorso Internazionale di Fotografia dedicato a Francesco Forno, giovane civitavecchiese che nel settembre del 1991 è venuto a mancare a soli ventiquattro anni per un tragico incidente subacqueo. Nonostante la sua fine così dolorosamente prematura, la sua passione per il mare e per la fotografia non sono morte insieme a lui quel giorno a largo della Frasca. Dal 1993 l’Associazione Volontari Francesco Forno porta avanti in sua memoria importanti iniziative legate al mare, fra cui è sicuramente di rilievo il Trofeo “L’uomo e il mare” istituito nel 2001 nell’ambito del Concorso Internazionale di Fotografia Francesco Forno.
Quest’anno la giuria si è trovata a dover selezionare fra più di mille lavori provenienti da ventisette paesi del mondo le duecento fotografie ammesse in concorso e, fra queste, i lavori più meritevoli, annunciati durante la premiazione presso la Cittadella della Musica di Civitavecchia. Dopo aver ricordato Francesco Forno tramite le parole di suo padre Gianfranco, in un toccante documentario di Fabrizio Mancini, la premiazione è arrivata alla sua fase conclusiva con l’assegnazione dei numerosi premi previsti dal concorso e l’apertura della mostra dei lavori.
A meritare il 1° premio nella sezione a tema fisso “L’uomo e il mare” di questa quindicesima edizione è stato Adolfo Ranise di Imperia con la sua opera “Moonbeam”, affiancato sul podio dai connazionali Giuseppe Caleffi e Diego Speri. A vincere la sezione a tema libero è stato invece un concorrente proveniente dai Paesi Bassi, Huib Linberg di Soest, che ha superato in merito la seconda classificata Cristina Garzone e la terza classificata Isa Ebrahim del Bahrain. L’Egitto, partecipante per la prima volta al concorso, si è ritrovato sul podio nella sezione “Under 16” con Malak Tarek Khamis Malak , mentre invece a meritare il podio nelle sezioni “Under 21” e “Under 29” sono stati rispettivamente l’indiano Tapobam Goswami e Marco Guidi dalla Repubblica di San Marino. E’ stato invece il danese Bjarne Hyldgaard a vincere il premio “Città di Civitavecchia” al miglior autore straniero mentre sono stati Stefano Corsini e Maurizio Pagnottelli ad essere premiati rispettivamente come miglior autore italiano e miglior autore del Lazio.
Insomma una classifica internazionale per un concorso sempre più importante e sempre più riconosciuto a livello mondiale, che vede il patrocinio della Mecenate srl della Cassa di Risparmio di Civitavecchia, che da sempre è al fianco dell’associazione Volontari Francesco Forno. Un concorso, questo, dedicato a “tutti coloro che – come è stato per Francesco – hanno una passione”.

SHARE

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY