Si accendono le luci permanenti sul Fortino di San Pietro

0
409

CIVITAVECCHIA – Erano trascorse da poco le ore 21:00 e le ultime luci del sole stavano salutando la giornata di lunedì 8 luglio 2019 quando, dal porto storico di Civitavecchia, addetti alla sicurezza di Port Mobility hanno aperto l’accesso al Molo del Lazzaretto per permettere ai tecnici di Enel X di eseguire le operazioni di accensione definitiva dell’impianto di illuminazione artistica sul Fortino di San Pietro.

Nel merito si registra il commento di Sara Fresi: “Nel 2014 fui tra i promotori di una raccolta firme, insieme all’associazione la civetta di Civitavecchia di cui ero una delle fondatrici, per sensibilizzare la cittadinanza sull’importanza della valorizzazione del Fortino di San Pietro sul Molo del Lazzaretto attraverso un progetto di illuminazione artistica permanente, perché il sito archeologico in orario serale era completamente al buio. In circa 40 giorni vennero raccolte 8.113 firme. Scrissi anche una pubblicazione di carattere storico dal titolo Lazzaretto. Il nostro Luogo del Cuore con la storia del sito bimillenario, dalla realizzazione ai giorni nostri. In concomitanza della raccolta firme l’Autorità Portuale, allora presieduta dal Dott. Pasqualino Monti, riconobbe questo interessamento della cittadinanza e realizzò un progetto illuminotecnico per il Fortino di San Pietro sul Molo del Lazzaretto. La prima fase riguardava il ripascimento della scogliera e la seconda fase era quella relativa agli aspetti illuminotecnici del sito archeologico. E’ stato un progetto complesso che ha visto la collaborazione della Soprintendenza per la scelta dei materiali e per la collocazione degli stessi sul sito archeologico sottoposto a vincolo; la Capitaneria di Porto, il Comune di Civitavecchia e soprattutto l’Autorità Portuale, attualmente presieduta dall’Avv. Francesco Maria di Majo, che ha dimostrato sensibilità nel portare a compimento questo progetto di valorizzazione del sito bimillenario”.

Sabato 6 luglio, in mattinata, hanno avuto luogo le operazione di sfalcio dell’erba presente sul molo e ieri sera sono state accese le luci artistiche, di colore bianco caldo, che hanno valorizzato il sito archeologico bimillenario di età traianea, il cui molo è in opus pilarus insito in acqua un unicum a livello mondiale.

“Questo sito archeologico è un fiore all’occhiello per Civitavecchia ed è stato apprezzato anche oltreoceano, tanto da essere stato scelto come location per girare alcune scene del film Zoolander 2 con i famosi attori hollywoodiani Ben Stiller, Owen Wilson e Penélope Cruz”, conclude Sara Fresi.

Le Muse News ringraziano gli addetti alla sicurezza e tutti coloro che ieri sera erano presenti sul sito, perché ci hanno permesso di accedere sul molo del lazzaretto per scattare fotografie a distanza ravvicinata.

(foto di Manola Solfanelli)

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY