Percorso di mobilità transnazionale per gli studenti del “Liceo Galilei”

0
139

CIVITAVECCHIA – Grazie ad un progetto PON interamente finanziato con il Fondo Sociale Europeo (FSE), quindici studenti delle classi quarte del Liceo Galilei di Civitavecchia e Santa Marinella, hanno avuto l’opportunità di partecipare ad un’azione di mobilità internazionale della durata di tre settimane.
Gli studenti, accompagnati dalle professoresse Giusi Garofalo e Carmen Fiore e dal professor Francesco Di Fede, si trovano attualmente a Glasgow per un percorso formativo di tre settimane volto a promuovere il potenziamento della lingua inglese e un approfondimento della storia e della cultura della Scozia.

Il progetto, dal titolo “Dalla Brexit alla Scoxit”, prevede un intenso lavoro didattico in aula, presso la Glasgow International School of English Language, affiancato da numerose attività collaterali finalizzate a consolidare e approfondire la conoscenza della cultura scozzese. Tra queste, sono previste visite didattiche presso luoghi di interesse culturale e musei, attività pomeridiane di approfondimento linguistico, escursioni anche di un’intera giornata in siti di grande valore storico per la Scozia. Le studentesse e gli studenti del Galilei, sono quindi guidati attraverso una “lettura” del territorio, con una continua e costante esposizione alla lingua e alla cultura.

L’azione di mobilità è stata preceduta da un percorso propedeutico obbligatorio di “Cittadinanza Europea”, che ha previsto trenta ore di lezione tenute dal professor Daniele Gavagnin, affiancato dalla professoressa Sara Rapaggi come tutor d’aula. Un percorso che ha permesso alle studentesse e agli studenti di approfondire l’identità e la storia dell’Unione Europea, il concetto di status di cittadino europeo, i diritti e le libertà fondamentali dell’UE, le opportunità di studio e di lavoro.

In particolare, il professor Gavagnin ha analizzato lo scenario attuale della Brexit, le sue prospettive e conseguenze future, sia all’interno dei Paesi del Regno Unito che nel più ampio panorama europeo. I ragazzi hanno mostrato grande interesse e hanno partecipato con entusiasmo ai percorsi di simulazione sul modello del PEG (Parlamento Europeo dei Giovani).

Il progetto del Galilei, si inserisce nel quadro PON 2014/2020 “Per la scuola – competenze e ambienti per l’apprendimento” del Ministero della Pubblica Istruzione, che pone in primo piano la qualità del sistema di Istruzione come elemento fondamentale per il miglioramento e la valorizzazione delle risorse umane. L’obiettivo è quello di garantire che il sistema di istruzione offra a tutti i giovani e le giovani i mezzi per sviluppare competenze chiave a un livello tale da permettere l’accesso ad ulteriori apprendimenti per la durata della vita.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY