“Ombre festival”; gli appuntamenti del 21 luglio

0
380

VITERBO – Petros Markaris e Giuseppe Ayala (nella foto) sono i grandi protagonisti della seconda giornata di Ombre Festival a Viterbo. Giovedì 21 luglio lo scrittore, sceneggiatore e autore teatrale greco e il magistrato siciliano incontreranno il pubblico in ben due incontri ciascuno.
Ayala sarà in Piazza del Gesù (Arena Céline) alle ore 19 per un dialogo, presentato dalla giornalista Lia Saraca, sul pool antimafia e sul maxi processo: le scelte investigative, i criminali sanguinari e gli uomini dello Stato che combatterono la mafia. Nato a Caltanissetta nel 1945, Ayala è senatore e dal 1996 membro della Commissione permanente di giustizia. È stato giudice a Palermo nel pool antimafia con Giovanni Falcone e Paolo Borsellino ed è ricordato come magistrato di punta nelle indagini e nei maxi processi alla mafia.
Alle 21.30, insieme a Petros Markaris, Felice Romano, Carlo Bonini, Massimo Lugli, Peppino Mazzotta, il magistrato sarà in Piazza del Plebiscito (Arena Borges) per un incontro sul tema “Tra fiction e realtà”. Presenta la giornalista Cristina Marra, traduce Giada Trebeschi. In Piazza del Plebiscito sarà esposta dalle ore 20 la Lamborghini Gallardo della Polizia di Stato.
Markaris, invece, terrà un incontro alle ore 20.30 nel cortile di Palazzo dei Priori (Spazio Goethe) per presentare il suo ultimo libro “L’assassinio di un immortale. Dalle rotte dei migranti alle indagini del commissario Charitos”, edito da La Nave di Teseo. Quindi, l’autore si sposterà nell’Arena Borges per il suddetto incontro con Ayala e gli altri ospiti. Markaris sarà a Ombre Festival anche il 22 luglio. Nato a Istanbul nel 1937 da padre armeno e madre greca, è conosciuto presso il pubblico europeo soprattutto come il creatore del commissario Kostas Charitos della polizia criminale ateniese, protagonista di una serie di romanzi e di un adattamento televisivo. Nelle sue opere emerge anche la situazione della Grecia moderna e di un’Atene devastata da speculazione e corruzione.
In Piazza San Carluccio (Arena Faletti) alle 19 “Crimini e cucina. Dalla tavola al romanzo al grande schermo”, incontro con gli autori Gabriella Genisi, Marco Lombardi, Iacobelli e con il giornalista enogastronomico Giovanni Caldara. Letture di Eleonora Faccenda e Sara Donato. Alle 21 “I nostri detective. Bacci Pagano e Les Italiens” in cui Bruno Morchio ed Enrico Pandiani raccontano i loro personaggi e ricordano Leo Malet. Letture di Lorena Paris e Giovanna Boccio. Alle 22 “Le guardie svizzere tra indagini, crimini e documenti”, incontro con Patrizia Debicke, Armando Palmegiani e Fabio Sanvitale, con la proiezione del docufilm “L’esercito più piccolo del mondo” di Gianfranco Pannone. Alle 21.30 in Piazza del Gesù (Arena Céline) andrà in scena lo spettacolo teatrale “L’appostamento” di Tony Laudadio, con partecipazion e dell’autore, per la regia di Ramona Giraldi coadiuvata da Federica Signore. In scena Lorenzo Fortugno, Emanuele Piacenti, Francesco Paolo Di Noto e Linda Arduini.
Concludiamo con due appuntamenti del tardo pomeriggio a carattere locale. Alle 18 presso lo Spazio Eliot in Piazza della Morte (Wintergarden) Raffaele D’Orazi presenta “Il fumo del quartiere a luci rosse”, intervengono l’insegnante Silvia Somigli, l’assessore alla cultura del Comune di Cellere Barbara Telluri e il presidente provinciale Fair Play Michelangelo Mantovano, con intermezzi musicali di Silvio Chiaroni. Alle 19 alla Sala Regia di Palazzo dei Priori (Spazio Zafon) Giuseppe Rescifina presenta “Dante e il Giubileo”, interviene Raffaele Donno, presidente dell’associazione Archeotuscia.
Per il programma completo di Ombre Festival e per ulteriori informazioni: www.ombrefestival.it. Ombre Festival è attivo su Facebook e Twitter e l’hashtag ufficiale dell’evento è #ombrefestival.

SHARE

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY