Nuovo Sala Gassman, un due tre …via!

0
230

CIVITAVECCHIA – Ai nastri di partenza un’emozionante stagione teatrale per il Nuovo Sala Gassman. “Colpevoli di Emozioni” è il titolo della 9° stagione teatrale che avrà il compito di far sentire lo spettatore non più solo, in balìa di internet, telefonino e tv ma di offrire nel teatro uno spazio finalmente libero e non connesso, per guardarsi dentro e negli occhi dell’altro.

Inizio stagione scoppiettante, sabato 3 ottobre 2015 ore 21:00, e domenica 4 ore 19:00 con il Musical in due atti “Mamma Mia!” basato sulle canzoni del gruppo musicale pop svedese Abba. Non saranno meno interessanti gli spettacoli che si succederanno con cadenza settimanale fino a giugno 2016. Ecco la ricca rassegna che la produzione Blue In The Face ha in serbo per il pubblico per le fresche serate ottobrine: il primo spettacolo teatrale in 3D, “Ungra” che unisce il tradizionale teatro alla nuovissima tecnologia 3D, (sabato 10 ore 21:00 e domenica 11 ore 19:00); “Love’s Kamikaze”, l’amore di un giovane uomo palestinese e una donna ebrea nella Tel Aviv di oggi, (sabato 17 ore 21:00 e domenica 18 ore 19:00);  “L’erba del vicino è sempre più verde”, ambientato nell’Inghilterra del 1971 è la storia di una coppia di nobili inglesi alle prese con il proprio dissesto economico e non solo…, (sabato 24 ore 21:00 e domenica 25 ore 19:00); “Inganni”, insolito dramma, trama complessa e perversa tra un ragazzo e la sua psichiatra, (sabato 31 ore 21:00 e domenica 1 novembre ore 19:00).

In programma per novembre vi saranno altri quattro spettacoli: “Il marito di mio figlio”, una commedia moderna ricca di equivoci che affronta un tabù, il matrimonio gay del figlio, (sabato 7 ore 21:00 e domenica 8 ore 19:00); dopo il successo di That’Amore Marco Cavallaro torna con “L’occasione”, l’amore dà sempre un’altra occasione, la fine di una storia d’amore e il dolore, condito da tante risate e molta riflessione, (sabato 14 ore 21:00 e domenica 15 ore 19:00); “Gli emigranti” una commedia aspra e ironica che fa riflettere sul tema dell’attuale immigrazione, (sabato 21 ore 21:00 e domenica 22 ore 19:00); “Mio Padre Re Artu’”, una leggenda come ancora non è stata raccontata che credevate di conoscere ma in realtà è una bugia, (sabato 28 ore 21:00 e domenica 29 ore 19:00).

Anche per dicembre non ci sarà modo di annoiarsi perché la compagnia ha preparato altri quattro interessanti spettacoli: “Storie di un tempo che fu”, commedia in dialetto romanesco che vede protagonista l’anziana Celestina che vuole rivivere un giorno della sua gioventù…, (sabato 5 dicembre ore 21:00 e domenica 6 ore 19:00); Più che uno spettacolo un format teatrale “Ricette Piccanti”, il presentatore spiegherà la serata e chiederà l’aiuto del pubblico per… preparare pasta e fagioli, (sabato 12 ore 21:00 e domenica 13 ore 19:00);  “Volevo essere Walt Disney”, (sabato 19 ore 21:00 e domenica 20 ore 19:00); Liberamente tratto da Sister Act, “Sister Show”, (martedì 29 ore 21:00 e mercoledì 30 ore 21:00).

La storia dei sette sovrani di Roma, in una alternanza di comicità e mistero, è raccontata da “Sette Re”, (sabato 9 gennaio 2016 ore 21:00 e domenica 10 ore 19:00). Per tutto il mese di gennaio e seguenti verranno rappresentati  temi di grande attualità: “Tu chiamami…se vuoi”, attraverso le parole di Baglioni, Fossati e altri cantautori Luigi cerca di conquistare il cuore della sua amata, (sabato 16 ore 21:00 e domenica 17 ore 19:00); “Avrei voluto essere Pantani”, un monologo e un atto di denuncia nei confronti del doping (sabato 23 ore 21:00 e domenica 24 ore 19:00); “Il Rompiballe”, un killer di professione incaricato di uccidere un testimone non riuscirà però a concludere la sua missione, (sabato 30 ore 21:00 e domenica 31 ore 19:00);

Stiamo riuscendo a vivere la nostra vita?  “Il Sogno di una vita”  insegna allo spettatore a vivere la vita fino in fondo, (sabato 6 febbraio ore 21:00 e domenica 7 ore 19:00); “Senza Rimpianti” affronta il dramma delle guerre e delle ferite che lascia sul genere umano (sabato 13 ore 21:00 e domenica 14 ore 19:00); “Un po’ più su se non mi vedi” (venerdì 19 ore 21:00); “Non sono abbronzato, qui lo dico e qui lo neg(r)o” (sabato 20 ore 21:00 e domenica 21 ore 19:00); Rivive l’occhio poetico-critico di Pier Paolo Pasolini in “Come un cane sulla Tuscolana” (sabato 27 ore 21:00 e domenica 28 ore 19:00);

Spettacolo comico, contemporaneo e vero come il quartiere romano della Garbatella con “Il Fantasma della Garbatella” (sabato 5 marzo ore 21:00 e domenica 6 ore 19:00); “Alleluja Brava Gente” commedia musicale (sabato 12 ore 21:00 e domenica 13 ore 19:00); “Mamma mia bella”  (sabato 19 ore 21:00 e domenica 20 ore 19:00);

Il topo nel cortile”, tragedia familiare dei nostri giorni: la figlia di soli sedici anni rimane incinta e la solita quotidianità viene stravolta, (sabato 2 aprile ore 21:00 e domenica 3 ore 19:00); torna a grande richiesta “La foto del Carabiniere”, la rievocazione della mattina del ’43 quando Salvo d’Acquisto sacrificò la propria vita per salvare quella del padre dell’autore e attore Claudio Boccaccini, (sabato 9 ore 21:00 e domenica 10 ore 19:00); “Cuori Matti”, commedia brillante con forti tratti di comicità, racconta la vita di tre ragazzi alla ricerca dell’amore (sabato 16 ore 21:00); “La Supplente”, nei panni di una insegnante precaria,  unica protagonista in scena, è il simbolo del malgoverno, della crisi e di chi nonostante le esperienze sente di non farcela più (domenica 17 ore 19:00); “Le Ragazze di Via Savoia, 31”: il 15 gennaio 1951 a Roma duecento candidate al posto di dattilografa sono in attesa del colloquio e non sanno che stanno andando incontro ad  un amaro destino (sabato 23 ore 21:00 e domenica 24 ore 19:00); “Punti di svista”, un amore complicato e travolgente fra due ragazzi (venerdì 29 ore 21:00 e sabato 30 ore 21:00).

E nei mesi di maggio e giugno andranno in scena: “Sette contro Tebe”, capo contro capo, fratello contro fratello, nemico contro nemico e alla fine non vi saranno superstiti per questa tragedia (sabato 7 maggio ore 21:00 e domenica 8 ore 19:00);  “Pirandello in bianco e nero”, un Pirandello intimo, maturo, intenso, raccontato in modo semplice ed emozionante (sabato 14 ore 21:00 e domenica 15 ore 19:00); “…Mancava solo il titolo” (sabato 21 ore 21:00 e domenica 22 ore 19:00);  “Una donna per Adamo”, in cui l’autore prende di mira in modo scherzoso la terza e la quarta età di un uomo alle prese con l’avanzare degli anni (sabato 28 ore 21:00 e domenica 29 ore 19:00); infine l’Associazione Culturale Scuola di Canto Lorena Scaccia ricorda la fondatrice di una delle scuole di canto moderno più popolari in Italia con lo spettacolo “Musica, Immagini ed Emozioni” scuola di canto Lorena Scaccia (sabato 4 giugno ore 21:00 e domenica 5 ore 19:00).

Antonella Marucci

  • Share/Bookmark
SHARE

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY