Musica d’eccellenza all’Alberghiero di Ladispoli

0
167

LADISPOLI – Tre serate di eccezione per il ciclo di concerti che si terranno all’Istituto Alberghiero di Ladispoli, nell’ambito del Progetto “La musica, la parola, il movimento” iniziato a luglio e coordinato dalla Prof.ssa Rita Colucci.
Tutto è cominciato prima della pausa estiva, quando l’Istituto Professionale di via Federici ha deciso di presentare la sua candidatura per accedere ai fondi stanziati dal Ministero dell’Istruzione per l’iniziativa “Scuole al centro”, a favore delle aree metropolitane e periferiche ad alta dispersione scolastica. “Le periferie sono i centri del futuro – aveva dichiarato il Ministro Stefania Giannini, nel presentare il Progetto – Sta a noi raccogliere le energie che le abitano”.
L’Istituto Alberghiero di Ladispoli, realtà di eccellenza nel settore della formazione enogastronomica e turistica, ha accettato immediatamente l’invito e ha deciso di puntare sulla musica. “Una sfida” l’aveva definita la Prof.ssa Rita Colucci, Docente di Letteratura e Storia, ma anche pianista e cantante lirica. “L’utenza del nostro Istituto Professionale è molto eterogenea. Avevamo bisogno di creare ‘ponti’. La musica è un linguaggio universale, con una straordinaria forza aggregativa e quindi rappresenta il mezzo più efficace per favorire la comunicazione e l’integrazione fra gli individui”.
“La musica non rientra, come è noto, nel curriculum formativo di un allievo di Cucina, Sala o Accoglienza Turistica. – ha aggiunto la Prof.ssa Karin Bedini, che ha affiancato la Prof.ssa Colucci nelle lezioni di canto – Ma la scommessa è stata proprio questa: “riconquistare” i demotivati, i ‘dispersi’, i delusi con mezzi diversi, forse più potenti proprio perché distanti dagli orizzonti scolastici quotidiani”. “L’intenzione – ha continuato la Prof.ssa Colucci – è stata quella di avvicinare i ragazzi alla ‘grammatica musicale’ non solo attraverso lo studio specifico di uno strumento (nel nostro caso abbiamo lavorato con tastiere portatili), ma in modo più ampio, producendo brani di diverso stile attraverso l’utilizzo della voce, del metodo Orff-Schulwerk e delle percussioni del corpo”. I risultati sono andati oltre ogni aspettativa. “Il bilancio è ottimo – hanno dichiarato le due docenti – Volevamo stimolare, attraverso la musica, nuove capacità espressive e comunicative, strettamente legate allo sviluppo motorio, cognitivo, affettivo-emotivo e sociale. Abbiamo cominciato con lezioni di propedeutica musicale, esercizi di approccio alla tastiera, di respirazione e dell’uso del diaframma. Il numero di studenti è cresciuto di settimana in settimana. Ci ha colpito l’alta percentuale di ragazzi desiderosi di apprendere il canto. In diversi casi, la musica è riuscita a riavvicinare gli studenti alla scuola. Ora siamo tutti impegnati nella preparazione del saggio finale. Quindi proporremo ai nostri allievi l’ascolto di grandi professionisti, che verranno a trovarci a scuola. Per molti significherà assistere al primo concerto di musica classica e questo ci emoziona”. E’ sorta così l’idea di aprire le porte dell’Alberghiero di Ladispoli all’Orchestra “Renzo Rossellini”, per due eventi che si svolgeranno all’interno dell’Istituto il 7 e il 16 dicembre dalle 17:30 in poi.
Nata nel 2003, l’Orchestra Rossellini si caratterizza per un repertorio vario e ricco, che aggiunge a programmi classici una vasta gamma di musiche da film, con formazioni dal duo, trio, quartetto, all’orchestra da camera. Intitolata a Renzo Rossellini, celebre musicista fratello del regista Roberto, è impegnata, sin dalla sua nascita, in attività e proposte innovative aperte al territorio, alla comunità locale e alle sue scuole. Per il pubblico dell’Istituto Alberghiero di Ladispoli, verranno eseguiti brani di Bach, Beethoven, Strauss, ma anche Morricone, Piovani, Rota e molti altri.
Il 20 dicembre, sarà invece la volta dell’Associazione Musicale “ll Melodramma”: una giovane realtà del territorio del litorale laziale nata per volontà del Maestro Roberto Magri (baritono di successo con carriera quarantennale) e dal suo sodalizio con professionisti del settore e semplici appassionati di musica lirica. Dal maggio 2013, – come ha spiegato la sua Presidente Maria Rosaria Grablovitz – l’Associazione si occupa di promuovere la cultura belcantista, (attraverso l’organizzazione di eventi, conferenze, lezioni, stage, concerti e selezioni d’opera), nonché di formare nuove promettenti voci al canto lirico professionistico, seguendo la tecnica della “Vecchia Scuola” del Bel Canto.
Il 20 dicembre, l’Associazione “Il Melodramma” proporrà un viaggio tra i più grandi titoli dell’opera, con un quartetto di voci (Soprano, Mezzo soprano, Tenore e Basso), accompagnate dal pianoforte.
A seguire, canti natalizi con esibizioni di tutti gli allievi partecipanti al Progetto “La musica, la parola, il movimento”.
Le lezioni-concerto sono gratuite ed aperte a tutta la comunità scolastica. Appuntamento all’Istituto Alberghiero di Ladispoli.

  • Share/Bookmark
SHARE

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY