La donna “Etherea”, per “un domani migliore”

0
383

CIVITAVECCHIA – Ancora una volta un grande successo per Luca Baldini e Donato Antonio Di Munno che hanno presentato per la seconda volta la loro collezione “Etherea Haute Couture”, questa volta a Civitavecchia, dando la possibilità a chi non avesse potuto assistere alla sfilata precedente di godersi lo spettacolo.
L’evento si è infatti tenuto la scorsa domenica presso la sala convegni della Fondazione Ca.Ri.Civ. grazie all’iniziativa della F.I.D.A.P.A. sezione Young, per sostenere il progetto di beneficenza “Un domani migliore”. Quest’ultimo prevede una raccolta fondi che in questo caso sarà devoluta alla organizzazione di un corso di oreficeria e produzione tessile per le detenute del carcere circondariale di Aurelia.
Questa tuttavia non è l’unica occasione in cui le componenti della Fondazione hanno pubblicizzato il loro intento: lo scopo dell’organizzazione è infatti quello di divulgare il più possibile una campagna di promozione delle attività artistiche, culturali e professionali operate dalle donne di tutta Italia. I loro obiettivi sono pertanto elevare il livello della qualificazione sociale della donna, sensibilizzare tutti i cittadini alla cura delle malattie tipicamente femminili come il tumore ovarico e rendersi il nucleo portavoce dei diritti del gentil sesso debellando le discriminazioni ancora sussistenti in ambito professionale e culturale.
Chi meglio dei due stilisti poteva rappresentare tutto questo? Il lavoro concettuale alla base della realizzazione della collezione si fonda infatti su un ideale di donna angelicata, leggera, con un fascino evanescente, ma anche forte, indipendente e sicura negli abiti firmati MAD, di indubbie raffinatezza ed eleganza.

Giordana Neri

SHARE

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY