Gli alunni del Galilei visitano le cisterne romane del Cesiva

0
623

CIVITAVECCHIA – Giovedì 15 febbraio, nell’ambito del programma “alternanza scuola lavoro” che la Società Storica Civitavecchiese in collaborazione con il Liceo scientifico Galileo Galilei ha avviato il 27 gennaio, si è svolta la prevista visita didattica presso il Centro Simulazione e Validazione dell’Esercito (CESIVA).

Nel corso dell’incontro, avente come tema “Le Cisterne Romane del CESIVA, testimonianza maestosa dell’acquedotto di Traiano”, gli studenti della III AS hanno potuto ammirare e consultare, nella biblioteca messa disposizione per l’occasione grazie anche al prezioso contributo del personale civile e militare del Centro, alcuni dei più preziosi volumi presenti, risalenti al 1400 e 1500. Successivamente, hanno assistito a una lezione teorica dal titolo “Le Cisterne Romane del CESIVA, testimonianza maestosa dell’acquedotto di Traiano”, tenuto dal Vice Presidente della SSC Daniele Di Giulio e, in conclusione, si sono recati presso l’antico manufatto romano, immergendosi nell’atmosfera surreale dovuta alle magnificenza del sito archeologico.

Va ricordato che questa iniziativa, prevista nella convenzione specifica stipulata tra il Liceo Galilei e la Società Storica, fa parte del progetto “Piccola scuola di archeologia Salvatore Bastianelli 2018” ed è inserita nel programma di incontri a tema con lezioni teoriche e pratiche condotte da Glauco Stracci e Odoardo Toti oltre al già citato Daniele Di Giulio.
Un ringraziamento viene espresso dalla Società Storica Civitavecchiese alla Dirigente Scolastica Maria Zeno, che ha permesso questa bellissima esperienza, altamente qualificante per l’Istituto, nonché al vicepreside prof. Sandro Moretti, la prof.ssa Annamaria Pucacco e a tutti i docenti ed il personale del Galilei per l’aiuto e la collaborazione mostrata.

La stessa Società sottolinea infine “come sia auspicabile, in futuro, che sinergie didattiche e progetti condivisi tra le Associazioni locali come quello in corso diventino una realtà costante, in una città che ha sempre più l’esigenza di dare ai propri giovani la necessaria formazione e le competenze specifiche per affrontare al meglio le future sfide professionali e lavorative”.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY