Ecco il cartellone de “La Vecchia Estate”

0
2301

CIVITAVECCHIA – “Finalmente ci siamo: l’attesa è stata dettata dal peso degli artisti in ballo, sicuramente di livello e che hanno richiesto inevitabilmente tempo a livello burocratico”. Ha aperto così, stamattina alla Cittadella della Musica, l’assessore Vincenzo D’Antò, visibilmente soddisfatto per l’annuncio del cartellone completo dell’estate cittadina, denominato “La Vecchia Estate”.

La prima novità è che l’investimento a monte è stato, “finalmente”, esclusivamente Comunale: “Il bilancio è risanato, così che ora, dopo tre anni e mezzo, abbiamo potuto concederci questo sforzo economico, per una stagione senz’altro importante. Questo significa, oltre a nomi di rilievo, che non ci saranno bancarelle o quant’altro, ma solo gli spettacoli e il Padellone”.

Padellone che, in programma dal 10 al 15 agosto, si sposterà dalla Marina al Ghetto, mentre tutto il resto rimarrà come di consueto a Piazza della Vita. Riguardo a questo cambio di location, D’Antò ha confermato che “sarà un modo per stare in un ambiente più raccolto, che crei un senso di comunità. L’idea è stata quella di coinvolgere i ristoratori della zona, che avranno agevolazione sull’acquisto del pesce e dai quali quest’anno ci si recherà per la consueta frittura”.

Al di là di questo, i nomi in cartellone sono i più variegati, fra talenti locali e volti internazionali, come confermato all’unisono dai direttori artistici Giordano Tricamo e Enrico Falconi. Il fiore all’occhiello è Francesco Motta, cantautore emergente che ha vinto il Premio Tenco giusto una settimana fa e su cui a lungo si è soffermato proprio Tricamo: “E’ un onore averlo qui, perché il suo è un concerto straordinario e lui è uno degli emergenti più importanti in Italia. Tra l’altro, si tratta della sua unica data estiva in tutto il Lazio e siamo certi che questo sarà un modo per far cultura. Del resto, dobbiamo tornare ad essere un polo in tal senso”.

Partenza il 18 luglio con la Filarmonica che interpreta De André, mentre più in là sarà la volta del doppio concerto del “Festival di Musica Etnica” (20-21 luglio). Fine mese affidata alla sfilata “Arte e moda sotto le stelle” (27), al “Natale di Civitavecchia” (28), allo spettacolo “Lucio incontra Lucio” (29) e alla serata-cover de “I Capolavori del Rock” (31). Agosto al via con Les Farfadais (2) – spettacolo circense di livello mondiale, per avvicinarsi anche ai turisti -, poi con il concerto degli Exempla (3) e col consueto Miss e Mister Civitavecchia (4), prima dell’arrivo di Motta (10) e della serata “Oltre le note” (11) organizzata dall’associazione Il Mondo Nuovo. Il 14 sarà la volta del live di Marco Guidolotti – un’eccellenza locale, considerato il secondo sassofonista jazz italiano -, mentre il 15 ci saranno i tradizionali fuochi d’artificio per il Natale della città.

E non finisce qui: “Abbiamo ancora del budget per un evento da collocare fra il 12 e il 13 agosto – ha ammesso Tricamo. Soprattutto, per il 15 c’è in programma una band italiana che fa tour mondiali e che, per motivi che non dipendono da noi, annunceremo soltanto dopo il 15 luglio. Intanto però possiamo dire che sarà un nome che metterà d’accordo davvero tutti”.

A corredo, l’Arena Pincio aprirà con le sue proiezioni dal 15 luglio al 31 agosto, mentre ad ogni evento de “La Vecchia Estate” ci sarà la raccolta firme portata avanti in prima persona da Pietro Cozzolino per il progetto “I luoghi del cuore” del FAI riguardo i petauri.

 

Patrizio Ruviglioni

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY