Chi l’avrebbe mai detto che Dio parlasse romanesco?

0
314

CIVITAVECCHIA – “Il fantasma della Garbatella” ha infestato il Nuovo Sala Gassman con la sua allegria per tutto lo scorso weekend. Una commedia simpatica, tutta al romano, che ha sfidato il forte vento e i temporali pur di farci divertire.
Chi l’avrebbe mai detto che Dio parlasse romanesco? Ma soprattutto, chi l’avrebbe mai pensato che volesse mandarci un nuovo Messia? Eppure Dio manda ogni secolo l’arcangelo Raffaele sulla Terra per capire se l’umanità sia pronta a ricevere un nuovo Cristo. Pero solo con Lallo, morto da poco e rinviato sulla Terra, l’operazione Messia (se così vogliamo chiamarla) può dirsi finalmente riuscita. Proprio quando le sorti della missione sembrano negative, l’arcangelo Raffaele riesce a ribaltarle in suo favore e a convincere Dio a mandare di nuovo suo figlio fra gli uomini.
Gli ingredienti per una nuova Natività ci sono tutti nello spettacolo di Gabriele Mazzucco: un arcangelo annunciatore, una vergine disoccupata e perfino una nuova Maddalena, tutti pronti ad accogliere il figlio di Dio fra simpatiche scenette e divertenti descrizioni del Paradiso.
Un cast di bravi attori per uno spettacolo dal ritmo veloce, con i suoi tratti di originalità, che diverte lo spettatore in un’alternanza fra romanesco e abruzzese.

Lorenzo Piroli

SHARE

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY