Al Forte Michelangelo incontro tra le elementari di Civitavecchia ed Amelia

0
207

CIVITAVECCHIA – Si è svolto ieri mattina l’incontro tra le scuole elementari di Civitavecchia e quelle di Amelia, nostra gemellata.

Ad accogliere i 30 bambini di Amelia delle classi 1^ e 2^ elementare, erano presenti la 1^A-1^B- 1^ C della Scuola De Curtiis e la 2^ elementare del plesso Papacchini della Scuola Galice.
I piccoli alunni, sotto la guida delle eccezionali maestre, hanno preparato una scenografia con balli e canti eseguiti dal coro della maestra Gurrado e hanno donato loro dei piccoli lavoretti e dei bellissimi cartelloni che rappresentano il legame di Civitavecchia e Amelia.
A seguire è stata offerta a tutti i bambini una colazione gentilmente offerta dal supermercato TODIS e il tutto con l’intrattenimento di uno spettacolo di bolle di sapone e palloncini per tutti.
Il vice sindaco Daniela Lucernoni ha donato a tutti i bambini una medaglia ricordo della giornata, che riporta i simboli di Civitavecchia ed Amelia.

La manifestazione è stata ospitata dalla Capitaneria di Porto, ed ha avuto luogo nella splendida cornice del Forte Michelangelo.
Il Comandante in 2^ Michele Castaldo ha intrattenuto simpaticamente i bambini con delle piccole lezioni sul mare. A seguire Roberta Galletta ha illustrato brevemente la storia di Santa Fermina dentro la cripta a lei dedicata. I bambini hanno assistito anche alla spiegazione e alla dimostrazione dei “vecchi lupi di mare” su come si fanno e si riparano le reti da pesca
La giornata si è conclusa con la visita guidata dal personale della Capitaneria che ha mostrato ai bambini alcuni mezzi in uso e ha fatto provare loro l’emozione di salirvi a bordo.

“Siamo molto felici di aver ospitato i bambini di Amelia – afferma il Vice Sindaco Daniela Lucernoni – per tenere vivo il gemellaggio non solo nei giorni di festa ma anche in altri momenti, come scambio di esperienze fra i nostri ragazzi e quelli della comunità di Amelia. Ringrazio quanti hanno lavorato per far si che questa piacevole giornata di festa si realizzasse”.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY