Ubriaco, litiga con la moglie e aggredisce i Carabinieri. Arrestato

0
332

CIVITAVECCHIA – I Carabinieri della Compagnia di Civitavecchia, nell’ambito dei serrati servizi di controllo del territorio svolti nel week-end, hanno arrestato in tre distinte operazioni, 3 soggetti, di cui 2 stranieri, responsabili a vario titolo di reati di inosservanza delle prescrizioni imposte dalla misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla PG, di furto e di resistenza e lesioni a PU.
In particolare, i Carabinieri della Stazione di Ladispoli, acquisita notizia della presenza nel territorio comunale di G.K.S., 43enne polacco, destinatario di provvedimento restrittivo emesso dal Tribunale di Civitavecchia per violazione alle prescrizioni della misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla P.G., hanno avviato una mirata attività info-investigativa volta al rintraccio dello stesso. Le accurate e incalzanti ricerche eseguite dai militari operanti hanno permesso di localizzare e bloccare il soggetto, che si era reso irreperibile presso l’ultimo domicilio noto, mentre passeggiava tranquillamente per le vie di quel centro. L’uomo è stato arrestato e successivamente condotto presso la Casa Circondariale di Civitavecchia per rimanere a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.
I Carabinieri della Stazione di Campo di Mare, nel corso di specifici servizi volti alla prevenzione e repressione dei reati predatori, hanno invece sottoposto a controllo D.F., 21enne macedone, notato aggirarsi, in atteggiamento sospetto, assieme ad altri cittadini stranieri per le vie di quel centro. Da approfonditi accertamenti effettuati in Banca Dati delle Forze di Polizia i militari hanno appurato che lo stesso era gravato da un ordine di carcerazione emesso dal Tribunale di Firenze in data 18/11/2015, poiché responsabile del reato di furto commesso in Firenze nell’anno 2010. Il giovane, pertanto, è stato arrestato e accompagnato presso l’Istituto Penitenziario Minorile di Casal del Marmo di Roma, dove dovrà scontare la pena di 3 mesi di reclusione.
Nella giornata di domenica, infine, i Carabinieri della Stazione di Civitavecchia Principale sono intervenuti presso l’abitazione di A.G., 29enne, soggetto del luogo già noto alle Forze dell’Ordine, su richiesta della moglie di questi per una lite in famiglia. Lo stesso, in evidente stato di ebbrezza alcolica, alla vista dei militari, ha dato in escandescenza e, allo scopo di sottrarsi al controllo, li ha aggrediti con calci e pugni prima di essere definitivamente bloccato.
L’uomo, riscontrato positivo ad esame etilometrico con elevato tasso alcolemico, in considerazione del suo stato di alterazione, è stato dapprima sedato dai sanitari, e poi ricoverato in osservazione presso il locale nosocomio, dove è stato dichiarato in arresto dai militari operanti. Nella mattinata odierna lo stesso è stato dimesso e condotto presso la sua abitazione in regime di arresti domiciliari, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria alla quale dovrà rispondere dei reati di Resistenza e Lesioni a Pubblico Ufficiale. Dei due militari intervenuti, uno è stato dimesso con lievi contusioni, mentre l’altro è stato ricoverato in osservazione per meglio valutarne le condizioni di salute.

  • Share/Bookmark
SHARE

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY