Troppi cani scomparsi a Civitavecchia: che fine hanno fatto?

0
2191

CIVITAVECCHIA – Tanti, troppi cani scomparsi negli ultimi anni a Civitavecchia senza lasciare traccia. Tanto da cominciare ad alimentare più di un sospetto, oltre al dolore per un animale a cui si era fortemente legati che lascia improvvisamente un vuoto incolmabile, soprattutto per il suo ignoto destino. Motivo che ha spinto alcuni dei proprietari di questi cani smarriti (ben 17 negli ultimi tempi!) a riunirsi e a darsi forza, non solo per cercare di rintracciarli ma anche per capire se dietro questi sempre più frequenti casi di sparizione possa esserci una causa ben precisa.

A prendere l’iniziativa Monica Volpi, promotrice e amministratrice su Facebook del gruppo “Animali smarriti e scomparsi a Civitavecchia e dintorni”.

“Ho aperto questo gruppo – spiega Monica – dopo la scomparsa del cane dei miei genitori, un pastore australiano (australian shepherd) di soli 3 anni, avvenuta il 21 novembre 2017; lui non è stato più ritrovato. Oltre ai due casi di smarrimento nel 2015 e nel 2016, dal 2017 in poi c’è stato un innalzamento delle scomparse a Civitavecchia e zone limitrofe, più specificatamente dal 21 novembre a gennaio 2018: in 2 mesi sono scomparsi 8 cani, 6 di razza tutti pastori (2 pastori maremmani, 3 pastori tedeschi e 1 pastore australiano) e in questa fase (2 proprietari hanno smarrito 2 cani nello stesso giorno) tutti a Civitavecchia. Io e tutti i proprietari dei cani scomparsi non crediamo sia solo un caso… Poi ci sono state altre 7 sparizioni a Civitavecchia e zone limitrofe come Tarquinia, Tolfa e Santa Marinella”.

Il dato più inquietante è che tutti i cani scomparsi, 17 in tutto, sono provvisti di microchip e tutti i proprietari hanno sporto denuncia a Polizia, Carabinieri e Asl, avvertendo inoltre le Guardie zoofile che in molti casi hanno aiutato i proprietari nelle loro ricerche.

“Ma nonostante ciò – prosegue Monica – nessuno di loro ha ricevuto notizia dei loro cani scomparsi. Oltre alle ricerche tutti i proprietari hanno fatto volantinaggio, pubblicazioni su giornali online e creato gruppi dedicati ai cani scomparsi, ma tutto ciò non è servito a nulla. Ora noi ci chiediamo: dove sono finiti i cani? Non è possibile che nessuno dei 17 cani sia stato ritrovato, anche se fossero tutti deceduti le ditte che sono addette al recupero delle carcasse di animali hanno l’obbligo di contattare i proprietari dei cani o le Asl, visto che tutti i cani erano e sono provvisti di microchip. Allora cosa c’è dietro? Gente poco raccomandabile che ruba i cani per rinvenderli o per le lotte clandestine? Oppure le ditte che raccolgono i cani deceduti che non fanno il proprio dovere? Nessuno sa o nessuno vuole darci una risposta, i proprietari non possono fare altro di più di ciò che hanno fatto finora. Una cosa è certa: qualcosa di non chiaro c’è, 17 cani scomparsi e nessuna traccia di loro, né vivi né morti, con tanto di microchip e denunce fatte, non è possibile”.

Anche perché amministrando da più di un anno su Facebook questo gruppo di animali smarriti, Monica ha appurato che “i cani che scappano da casa dopo qualche ora vengono rintracciati e riconsegnati ai loro proprietari grazie al microchip e agli appelli fatti su facebook”. “Quindi – conclude – tutto ciò non è comprensibile. Perchè nessuno li ha più visti dal giorno della loro scomparsa?

Interrogativo legittimo al quale si spera gli organi preposti possano dare una risposta. La vita di un animale, per l’amore che riesce a donare a un uomo, merita analoga difesa e rispetto.

(di seguito, pubblichiamo le foto di tutti i 17 cani recentemente scomparsi)

Info: https://www.facebook.com/groups/171409833466548/

 

Marco Galice

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY