Ruba alla Conad “Le Terme”, marocchino arrestato dalla Polizia

0
226

CIVITAVECCHIA – E’ finito male il tentativo di furto di un marocchino ai danni del supermercato Conad “Le Terme” in via Terme di Traiano. Era circa la mezzanotte di ieri quando, a seguito di segnalazione pervenuta al 113 da parte dell’Agenzia di Vigilanza Securitas, conseguente all’attivazione dell’allarme anti intrusione presso gli uffici della Asl di via Terme di Traiano, due volanti di zona si portavano sul luogo indicato, dove contattavano la Gpg presente al momento e, sulla scorta delle informazioni acquisite, iniziavano una serrata battuta di ricerche di un intruso dalla carnagione olivastra, notato poco prima dal vigilante mentre armeggiava freneticamente sulle porte di ingresso degli uffici.
Durante la caccia all’uomo, in un cortile retrostante il supermercato, gli agenti intercettavano un individuo rispondente alla descrizione avuta e prontamente riconosciuto dal vigilante. L’uomo, immediatamente perquisito, è risultato in possesso di strumenti atti allo scasso, tra cui un piede di porco, oltre a tre telefoni cellulari e vari spiccioli.
Il sopralluogo effettuato nei locali dell’edificio, evidenziava l’effrazione di numerose porte ed infissi della struttura sanitaria, oltre al danneggiamento delle casse del supermercato.
Contestualmente, i poliziotti apprendevano da una pattuglia dei Carabinieri che, poco prima, era stato perpetrato un furto presso un noto bar del centro cittadino e, al termine delle indagini, gli investigatori avevano la conferma che la refurtiva trovata sul fermato, un 30enne marocchino residente in zona ed in attesa del rilascio del permesso di soggiorno, era stata asportata da quest’ultimo esercizio.
Durante le formali attività di verbalizzazione degli addebiti contestati, l’uomo faceva oggetto i poliziotti di insulti e sputi, tentando di fuggire dal Commissariato, venendo trattenuto a forza dagli agenti.
Pertanto, stante la fragranza di reato e gli inequivocabili elementi di prova acquisiti, oltre alla testimonianza diretta della guardia giurata, l’uomo, già noto alle Forze dell’ordine per numerosi precedenti specifici ed in atto sottoposto a misura cautelare, veniva dichiarato in arresto per tentato furto e, altresì, denunciato in stato di libertà sia per il precedente furto presso il bar, che per oltraggio a P.U. e, quindi, sottoposto a giudizio direttissimo nella mattinata odierna presso il Tribunale di Civitavecchia.

SHARE

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY