Piazzale Torraca come l’Africa!

1
1029

CIVITAVECCHIA – Piazzale Torraca è un piccolo ma popoloso quartiere di case popolari adiacente ad una delle arterie principali della città: la Mediana. Né periferia né centro. A dispetto del suo aspetto che richiama l’immagine di una vecchia pellicola anni 50, tra palazzi e rossi e piccoli balconi a ringhiera, rappresenta la moderna inefficienza amministrativa di una politica che ha fallito nei suoi doveri primari: l’erogazione di un bene pubblico essenziale, l’acqua.

Cittadini esasperati, che attraverso una rete di solidarietà fatta di ghirbe e bacinelle, di braccia forti che soccorrono quelle dei più anziani, hanno fatto dell’unica fontanella presente nel quartiere la loro fonte di approvvigionamento tra una primavera mite, un’estate torrida e un autunno che ha lasciato l’amaro in bocca come le promesse del sindaco per una soluzione definitiva al problema.

A Piazzale Torraca manca l’acqua ad aprile e l’arrivo del bambinello a dicembre non prospetta il miracolo. 140 famiglie dimenticate! 140 famiglie e altrettante promesse disattese!

La stanchezza per una situazione che dura da troppo tempo si avverte. La rabbia ormai è tanta. Monta la rivolta come ultima possibilità per far sentire la propria voce, per chiedere il rispetto di un diritto essenziale ma ad oggi disatteso; tra uno sciacallaggio politico e promesse fantasiose, venerdì l’autobotte della Protezione civile giunta sul posto per rifornire le famiglie si rifiuta di portare l’acqua alle cisterne sui tetti. “Manca l’autorizzazione” si giustificano gli addetti.

Manca il rispetto per le persone” pensano i residenti. L’autobotte viene bloccata e coloro che da mesi lamentano il non rispetto di un proprio diritto pare si siano beccati, dopo l’intervento della polizia e del Questore, una denuncia per interruzione di pubblico servizio. Poco conforto portano le parole dell’assessore Ceccarelli su Facebook che ha dovuto ammettere: “Qualche intemperanza ci sta. Rabbia comprensibile.”

Intanto continua la catena umana fino alla fontanella. Si organizza una raccolta firme per denunciare l’amministrazione alla Procura della repubblica. Il quartiere è ancora a secco e gli abitanti (donne, uomini, bambini e anziani) sono relegati ad essere gli spettatori muti di una politica lontana dal cittadino e arroccata tra iter burocratici e soluzioni tampone!

Jeeg Robot

1 COMMENT

  1. NOTA DI REDAZIONE: Piazzale Torraca ringrazia gli operatori dell’autobotte per il rifornimento effettuato questa mattina. E’ scattato uno spirito solidale tra gli abitanti che si sono aiutati nel caricamento dei serbatoi. Tutto questo dopo la rivolta di sabato

LEAVE A REPLY