Evade dagli arresti domiciliari…e finisce in carcere

0
121

CIVITAVECCHIA – Nella tarda serata di ieri, giovedì 2 luglio, gli agenti della Squadra Volanti del Commissariato rintracciavano e traevano in arresto presso l’ospedale S. Paolo un 50enne noto pluripregiudicato locale, responsabile di evasione dalla “detenzione domiciliare” ed “incendio boschivo doloso”.
Verso le 21.30, infatti, la volante veniva inviata in largo Donatori del Sangue dove era stata segnalata la presenza di un invasato che, poco prima, al culmine di uno stato di agitazione, aveva minacciato di provocare un incendio dietro il locale del SERT.
Prontamente intervenuta, la pattuglia si metteva sulle tracce dell’uomo segnalato che, nel frattempo, aveva dato corso ai propositi incendiari, appiccando le fiamme ad alcune sterpaglie limitrofe alla struttura ospedaliera, allontanandosi successivamente dopo per dirigersi verso il pronto soccorso.
Per evitare ulteriori rischi per la collettività, i poliziotti intervenuti allertavano i Vigili del Fuoco della locale caserma Bonifazi che, sopraggiunti di lì a poco, domavano l’incendio; nel frattempo, gli agenti rintracciavano l’autore dell’insano e pericoloso gesto, appurando che si trattava di un individuo sottoposto al regime della “detenzione domiciliare” che, dopo un’estenuante opera di mediazione, veniva tranquillizzato ed affidato alle cure mediche del personale psichiatrico del nosocomio.
Al termine degli accertamenti clinici, che non hanno evidenziato la necessità del ricovero, l’esagitato veniva dichiarato in arresto per rispondere di “evasione” oltre ad “incendio boschivo” ed associato alla Casa Circondariale N.C. Aurelia, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

SHARE

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY