Doppio arresto per spaccio dei Carabinieri

0
686

CIVITAVECCHIA – Nella serata di ieri, nel corso di due distinte operazioni, i Carabinieri di della Compagnia di Civitavecchia hanno tratto in arresto due persone per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.
In particolare i Carabinieri della Stazione di Ladispoli, unitamente a quelli del Nucleo Operativo, nel corso di un servizio mirato alla prevenzione e repressione dei reati inerenti le sostanze stupefacenti, attuato unitamente al Nucleo Cinofili Carabinieri di S. Maria di Galeria, dopo aver svolto un periodo di osservazione nei pressi di un noto locale di svago di quel centro, sul conto del quale erano già pervenute segnalazioni circa la possibile presenza di soggetti dediti allo spaccio di stupefacenti, hanno eseguito una perquisizione all’interno, trovando il titolare, D.B., di anni 48, già noto alle Forze dell’Ordine, in possesso di circa 5 gr. di cocaina già suddivisi in dosi pronte per essere cedute, 800 euro in contanti provento dell’attività di spaccio e un manoscritto comprovante le cessioni effettuate. La successiva perquisizione eseguita presso l’abitazione dello stesso ha consentito, grazie al fiuto del Labrador “Amore”, cane antidroga del Nucleo Cinofili di S. Maria di Galeria, di rinvenire, occultati dietro due termosifoni, ulteriori 120 gr. circa di cocaina, in parte già suddivisi in dosi, nonché 24.000 euro in contanti, verosimilmente derivanti dall’attività di spaccio, materiale per il confezionamento dello stupefacente, un bilancino di precisione e alcuni manoscritti comprovanti le illecite attività. Così l’uomo è stato tratto in arresto e, esperite le formalità del caso, condotto presso la Casa Circondariale di Civitavecchia dove rimarrà a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.
In altra operazione svolta nell’ambito di mirati servizi per la prevenzione e repressione dei reati inerenti le sostanze stupefacenti, i Carabinieri della Stazione di Cerveteri hanno tratto in arresto un 26enne locale incensurato, L.R.A. Lo stesso, sottoposto a controllo in un posto di blocco dai militari operanti, ha da subito mostrato un atteggiamento nervoso. Tale circostanza ha portato i militari a eseguire sullo stesso una perquisizione personale, trovandolo in possesso di circa 2 gr. di cocaina, già suddivisi in dosi pronte per lo spaccio. Così i Carabinieri hanno esteso la perquisizione all’abitazione del giovane, ove hanno rinvenuto, all’interno dell’armadio della camera da letto, ulteriori 4 gr. circa di cocaina, già suddivisi in dosi, materiale per il confezionamento e un bilancino di precisione. Pertanto il giovane è stato tratto in arresto e condotto presso la propria abitazione in regime di arresti domiciliari, come disposto dall’Autorità Giudiziaria, alla quale dovrà rispondere del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

SHARE

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY