S. Marinella. Una short list di esperti per partecipare ai bandi europei

0
296

SANTA MARINELLA – Il Comune di Santa Marinella intende istituire una short list di esperti con adeguata professionalità a supporto delle strutture comunali per la predisposizione di progetti finalizzati alla partecipazione dell’ente a procedure di bando indette dall’Unione Europea e/o sa Autorità nazionali e/o regionali.

La Giunta comunale, adottando la deliberazione n. 180 dello scorso 21 ottobre, ha, infatti, fornito una precisa direttiva finalizzata a pubblicare un avviso aperto ai fini di acquisire le candidature di esperti, sia persone fisiche che persone giuridiche, per la costituzione di una short  list finalizzata all’affidamento di servizi di supporto specialistico per la realizzazione e gestione di progetti finanziati da risorse principalmente esterne al bilancio comunale, in modo tale da rendere disponibile nell’immediatezza uno strumento da cui attingere all’occorrenza professionalità specifiche non esistenti nell’ambito dell’ente.

La formazione della short list non prevede la predisposizione di graduatorie e l’inserimento in essa non comporta alcun diritto da parte degli aspiranti ad ottenere l’affidamento di servizi.

Un’iniziativa con cui si tende a reperire nuove risorse economiche, in ambito soprattutto europeo e che, quindi, è in linea con l’evoluzione dei comuni che devono guardare ad una nuova prospettiva nella gestione dei bilanci comunali, sempre più penalizzati dai continui tagli lineari decisi a livello centrale.

“In un’ottica di trasparenza – afferma il Sindaco Roberto Bacheca – l’intento è quello di acquisire esperienze consolidate nella progettazione comunitaria che possano lavorare in collaborazione con il comune, al fine di aver maggiori possibilità di reperire quante più risorse economiche possibili per il nostro territorio. Riuscire a cogliere in pieno le ingenti opportunità finanziarie derivanti dalla nuova programmazione comunitaria, significherà creare nuova ricchezza e nuovi posti di lavoro, favorendo un’adeguata coesione sociale e territoriale. Oramai è chiaro l’intento di questo Governo di depotenziare e limitare il ruolo dei Comuni, inducendoli, tramite il costante taglio lineare dei fondi ed i vincoli normativi sempre più oppressivi, alla scomparsa o fusione. Ecco perché diviene fondamentale elevare l’attenzione sulle politiche comunitarie, in modo da porre in essere azioni di amministrazione attiva sul territorio”

L’avviso è stato pubblicato sul sito e sarà possibile presentare le domande fino al 29 Gennaio 2016.

SHARE

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY