S. Marinella. “Un futuro per la Casetta rosa, e magari per l’associazionismo”

0
151

SANTA MARINELLA – Associazioni, fatevi avanti. Nel “Concorso di idee per la valorizzazione culturale della città di Santa Marinella” relativo all’utilizzo della Casetta Rosa vediamo delle novità interessanti e condivisibili. In controluce riconosciamo anche delle istanze che le opposizioni hanno avanzato a questa amministrazione negli ultimi anni, e che evidentemente cominciano a fare breccia.
Condividiamo il concorso di idee e gli obiettivi enunciati come la “valorizzazione della cultura”, “la potenzialità di incidere positivamente sull’immagine della città e sui processi economici di Santa Marinella” “la capacità di favorire lo sviluppo della formazione e di competenze professionali, specialmente per i più giovani”, “la capacità di articolare percorsi culturali in grado di coinvolgere diversi segmenti della popolazione ed in particolare quella giovanile”, infine “ la capacità di avanzare un calendario di iniziative credibili e consolidate con continuità nell’anno, basato sulla disponibilità di risorse (professionali, esperenziali, materiali) e di collaborazioni” .
All’art. 13 del bando si legge che “Il Comune di Santa Marinella si riserva la facoltà di procedere alla eventuale pubblicazione della proposta ideativa risultata vincitrice, anche sul proprio sito” e noi chiediamo che l’Amministrazione si assuma questo obbligo, in modo che siano gli stessi cittadini a verificare se quella proposta si concretizza realmente.
Ci aspettiamo inoltre che i membri della commissione che deve scegliere, presieduta dal responsabile dell’Ufficio cultura, siano individuati fra chi all’interno dell’Amministrazione si occupa dei servizi culturali, e non ci siano in proposito scelte stravaganti di membri di commissione in possesso di competenze lontane dalla specificità di iniziative culturali.
Ci spiace infine che la griglia dei punteggi non premi le proposte “consorziate”, cioè quelle che magari provengono dalle collaborazioni di più associazioni perché sarebbe stato un ottimo segnale nella direzione dell’integrazione e della collaborazione associativa. Ci auguriamo che comunque avvenga.
Ci sono punti che potrebbero essere sistemati, ma nel complesso una proposta che sa di nuovo. Il vero problema sono i tempi, strettissimi, solo 15 giorni dalla pubblicazione sul sito del Comune: le domande devono essere presentate entro mercoledì 21 e il bando è pubblicato sul sito, e ne riportiamo il link.

Un’altra città è possibile

  • Share/Bookmark
SHARE

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY