S. Marinella. Sulle orme di Giorgio Bassani…

0
456

SANTA MARINELLA – Gli studenti delle classi II A e III G dell’IC Piazzale della Gioventù si sono uniti alle celebrazioni del Ministero dei Beni Culturali per il Centenario di Giorgio Bassani, che qui a Santa Marinella ha scritto il suo capolavoro letterario: “Il Giardino dei Finzi Contini”, con una visita guidata all’Hotel Le Najadi dove lo scrittore lavorò al romanzo, un best seller tradotto in oltre 40 lingue che inizia parlando della nostra città: “Da molti anni desideravo scrivere dei Finzi-Contini – di Micòl e di Alberto, del professore Ermanno e della signora Olga – e di quanti altri abitavano o come me frequentavano la casa di corso Ercole I d’Este, a Ferrara, poco prima che scoppiasse l’ultima guerra. Ma l’impulso, la spinta a farlo veramente, li ebbi soltanto un anno fa. Una domenica d’aprile del 1957, ci eravamo avviati lungo l’Aurelia subito dopo pranzo, senza una meta precisa, a qualche chilometro da Santa Marinella.”
Gli studenti sono stati accolti dalla Signora Fiorella Grimaldi titolare dell’Hotel Le Najadi che conobbe Bassani alla quale lo scrittore donò il suo libro con questa bellissima dedica: ‘A Fiorella Grimaldi e ai suoi genitori che mi hanno ospitato con tanta cortesia, qui a Santa Marinella, a scrivere buona parte di questo libro’. La signora Fiorella poi ha raccontato agli studenti i suoi ricordi di allora: “Conobbi Giorgio Bassani da bambina quando Santa Marinella – vera Perla del Tirreno faceva concorrenza a Saint Tropez e Sanremo – e l’Hotel Le Najadi di Santa Marinella, era un simbolo della ‘dolce vita’ dove facevano capo molti artisti e personaggi del Jet Set internazionale. Bassani non conosceva Santa Marinella ma gli piacque subito così lo vedemmo sempre più spesso nel nostro hotel finché divenne un ospite abituale, era un amante del mare e della natura e solo a Santa Marinella trovò quella serenità che gli permise di scrivere il suo capolavoro. Era un uomo particolare, una persona meravigliosa che non poteva passare inosservato, era gentile, affabile, riservato, si affezionò molto a me e alla mia famiglia e fu preso a benvolere da tutto il personale dell’albergo. Il ricordo più caro che conservo di lui è una copia del ‘Giardino dei Finzi Contini’ con la dedica di questo romanzo a me ed alla mia famiglia. Gli anni sono passati ma la stanza dove ha scritto questo libro resta e ancora mi sembra di rivederlo al lavoro. In questo Hotel Bassani si incontrò col regista Vittore De Sica al quale il romanzo piacque subito tanto da trasporlo con grande successo in versione cinematografica ricevendo anche l’oscar”. Gli studenti accompagnati dagli insegnanti Letizia Chiacchella, Rita Vitali, Claudia Leggio, Livio Spinelli, hanno poi drammatizzato la biografia di Bassani recitando alcune sue poesie in particolare quella intitolata Santa Severa, hanno potuto visitare la stanza dove lo scrittore lavorò alla stesura del romanzo e hanno donato alla Signora Fiorella una cartella con tutti i loro lavori e il manifesto che le scuole di Santa Marinella realizzarono per ricordare lo scrittore.
La Signora Fiorella e sua figlia Eleonora hanno offerto una merenda agli studenti donando loro alcuni gadget ricordo. La visita guidata è proseguita per Via Giorgio Bassani che il Comune di Santa Marinella intitolò alla sua memoria e si è conclusa al monumento dei Caduti.

SHARE

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY