S. Marinella. Alessandro Marcianò, recordman italiano: ha surfato un’onda di 18 metri

0
335

SANTA MARINELLA – Alessandro Marcianò è recordman italiano a Nazaré. Il surfista romano che vive a Santa Marinella ha surfato un’onda di 18 metri in occasione del Mercedes AMG Red Chargers Awards ottenendo la “Excellence Entrance Awards”, entrando a tutti gli effetti nella competizione con i più grandi “big wave riders” al mondo. Il Red Chargers è una competizione basata su un criterio semplicissimo: surfare la misura più alta possibile. Sul promontorio che sorge di fronte all’oceano sono appostati i fotografi chiamati a immortalare questo momento. Lo scatto permette ai riders di essere valutati e giudicati.
Il giorno che non dimenticherà mai è il 23 dicembre, quando una volta arrivato il suo turno non si è tirato indietro. Ha affrontato un muro d’acqua che pian piano è cresciuto fino a raggiungere l’imponente misura di 18 metri. Ma Alessandro Marcianò non vuole fermarsi ed è pronto a migliorare se stesso in attesa del prossimo viaggio nello spot portoghese divenuto il più famoso al mondo per le condizioni impressionanti del mare.
“Il 23 dicembre è arrivata la mareggiata tanto attesa – racconta Marcianò – onde che pian piano crescevano fino a raggiungere, e in qualche caso superare, i 20 metri di altezza. Dopo aver studiato dalla spiaggia la condizioni sono sceso in acqua. Era arrivato il mio momento”.
Ho temuto di cadere, per pochissimo istanti ho perso il controllo, la tavola ha iniziato a sbattere sull’acqua e a saltellare. La parete dell’onda all’apparenza è liscia, ma la realtà è diversa. Basta un piccolo ‘chop’ per perdere l’equilibrio. Quegli istanti mi sono sembrati una vita. Sono riuscito a rimanere in piedi, a scendere l’onda fino alla fine e a uscirne indenne. oltre all’emozione di aver compiuto un’impresa a livello personale grazie a questa meravigliosa onda sono riuscito ad essere ammesso ufficialmente al Red Chargers entrando a tutti gli effetti nel vivo della competizione. Ora sono uno di loro e ho la consapevolezza di poter fare ancora meglio”.
E l’occasione non mancherà perché la competizione terminerà a fine febbraio, mese nel quale sono attese le mareggiate più imponenti. Al suo fianco un altro recordman, questa volta mondiale, come Garrett McNamara che in questi giorni è stato sfortunato protagonista di una terribile caduta sull’onda californiana di Mavericks, provocandosi la rottura della spalla e rischiando di morire affogato. Insieme a loro due alcuni tra i migliori interpreti di questa disciplina come l’australiano Ross Clarke Jones, l’inglese Andrew Cotton e la famosa surfista brasiliana Maya Gabeira.
Grazie alle sue imprese il comune di Santa Marinella, dove Alessandro Marcianò abita e dove da 17 anni organizza il Surf Expo, la più grande manifestazione d’Europa dedicata alla “Surf Culture”, sta per dare vita ad un gemellaggio con la cittadina Nazaré. Dalla tradizione della pesca, alla religione fino al surf, sono molte le similitudini che accomunano le due città. Ad accogliere l’arrivo di Marcianò di ritorno dal Portogallo quasi tutta la giunta comunale, per l’occasione in assetto sportivo. Presenti il sindaco Roberto Bacheca, il vice sindaco Carlo Pisacane, l’assessore allo sport Stefano Toppi e il delegato al turismo Alessio Marcozzi.
Le istituzioni hanno voluto rendere omaggio al proprio ambasciatore dello sport nel mondo, ringraziandolo per il lavoro profuso affinché il comune di Santa Marinella venga affiancato a luoghi considerati sacri per il panorama surfistico internazionale. Sulle onde della costa laziale infatti Alessandro ha mosso i primi passi e tuttora quando può va a surfare negli spot più suggestivi come Banzai che, proprio in questi giorni, ha regalato giornate di onde meravigliose, invidiate in tutta Europa.
“Siamo estremamente orgogliosi di ‘avere in casa’ un campione come Alessandro – dichiarano il Sindaco Roberto Bacheca e il delegato al turismo Alessio Marcozzi – che porta in alto il nome di Santa Marinella nel mondo grazie ai suoi invidiabili successi sportivi, senza dimenticare il prezioso e professionale impegno nell’organizzazione e nella promozione del Surf Expo, da anni appuntamento immancabile dell’estate Santamarinellese, al quale l’Amministrazione Comunale ha sempre dato e continuerà a dare, il suo apporto”.
Oltre ai numerosi sponsor che seguono le avventure di Alessandro Marcianò (su tutti Tap Portugal, Rip Curl Europe, Semente Surfboards e CityBeach Roma) anche la Mercedes Benz Portogallo sta aiutando l’italiano mettendo a disposizione una “official car” con la quale il nostro atleta è giunto sino a Santa Marinella da Nazaré per recuperare il suo jet-ski, mezzo essenziale per poter affrontare le onde giganti.

SHARE

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY