S. Marinella, a breve lo sportello per i diritti degli animali

0
272

SANTA MARINELLA – E’ stata firmata questa mattina la convenzione tra il Comune di Santa Marinella e la delegazione locale delle Guardie Zoofile, a seguito del regolamento approvato in Consiglio Comunale con delibera n° 6 del 27 gennaio scorso.
L’iniziativa, proposta dal Sindaco Roberto Bacheca e dai consiglieri comunali Massimiliano Calvo ed Andrea Passerini, sarà utile per regolamentare la tenuta degli animali da affezione.
“Si tratta di un importante servizio nei confronti dei cittadini amanti degli animali – ha dichiarato il Consigliere Calvo – che potranno rivolgersi presso lo sportello ‘diritti degli animali’ ubicato all’interno del Comando di Polizia Locale sulla Via Aurelia, per segnalare eventuali maltrattamenti e/o situazioni di disagio dei nostri amici a quattro zampe. Questa iniziativa rientra nel potenziamento e nell’evoluzione dei compiti del Comando di Polizia locale, sempre più al passo con i tempi e alle esigenze della cittadinanza”.
“Abbiamo dato seguito ad un impegno preso nei mesi scorsi – ha aggiunto il Sindaco Roberto Bacheca – su una tematica così giustamente sentita dalla popolazione. Anche la nostra città è dunque attrezzata, grazie al supporto e alla collaborazione delle Guardie Zoofile, a svolgere un lavoro di prevenzione e tutela degli animali domestici attraverso un apposito ufficio al quale ci si potrà rivolgersi per varie segnalazioni. Il mio personale ringraziamento va ai consiglieri che hanno supportato questa proposta, alle Guardie Zoofile con le quali abbiamo stabilito una collaborazione fattiva e al Comando di Polizia Locale che supporterà tali operazioni”.
“Ho conosciuto personalmente la realtà di Fare Ambiente – ha concluso il consigliere Passerini – e dei volontari delle Guardie Zoofile e ne ho potuto apprezzare l’impegno e la valenza sociale. Sono convinto che questo Sportello sui diritti degli animali sia solo l’inizio di una proficua collaborazione che si potrà estendere in futuro ad altre tematiche in ambito ambientale e dell’educazione civica”.

SHARE

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY