“Quanti passi carrabili abusivi a Ladispoli”

0
585

LADISPOLI – Nel 2002 proprio il sottoscritto, già Assessore al Bilancio, Tributi ed Evasione Fiscale, notai per le strade di Ladispoli, infiniti passi carrabili (PC), ma solo una minima parte (meno del 10%) autorizzati dal Comune.
Visto il mio incarico, ritenni utile, sia da un punto di vista amministrativo (regolarizzazione dei PC) che contabile (ottenimento di una entrata economica per l’Ente) avviare una sanatoria per far regolarizzare a tutti i cittadini i propri PC.
Entrambi gli obbiettivi furono raggiunti ed ancor oggi, è possibile a chiunque, constatare che tutti i PC di Ladispoli sono provvisti di regolare cartellonistica, che attesta la regolarità amministrativa e conformità tecnica rilasciata dall’Ente, o almeno dovrebbe!!!
Infatti l’Art. 22 del Cod. Str. Recita: “Accessi nelle strade urbane. Passo carrabile.
1. La costruzione dei passi carrabili è autorizzata dall’ente proprietario della strada nel rispetto della normativa edilizia e urbanistica vigente.
2. Il passo carrabile deve essere realizzato osservando le seguenti condizioni: a) deve essere distante almeno 12 metri dalle intersezioni e, in ogni caso, deve essere visibile da una distanza pari allo spazio di frenata risultante dalla velocità massima consentita nella strada medesima; b) ….(omississ)….
Dunque il condizionale è d’obbligo, perché già leggendo le prime righe dell’art 22 del cod str. è evidente dedurre, passeggiando per le vie cittadine, che tantissimi PC con tanto di cartellonistica ed autorizzazione non sono (o non lo sono più…..!!!) regolari.
Esistono PC su cancelli posti sopra uno scalino e/o con tanto di marciapiede (giusto un fuoristrada 4×4 o cingolato potrebbe riuscire nell’impresa) ….oppure PC rilasciati a cancelletti (pedonali) di villini e/o condomini!!, oppure PC dove all’interno è impossibile lo stazionamento di uno o più veicoli, in quanto presenti arredi inamovibili (in marmo o di eccessive dimensioni), o alberature o fontane….
Altri casi eclatanti, di PC davanti a sale gioco oppure pizzerie..!!!!
Ma a parte queste particolarità, facilmente sanabile, con la revoca dell’autorizzazione (suggerimento all’Ente…!!) , è sempre più frequente assistere all’uso da parte dei titolari di questi PC con una sosta “selvaggia” dei loro automezzi davanti al PC, dove viceversa vige il divieto assoluto alla sosta, a qualsiasi veicolo, anche fosse del proprietario del PC!!
Ma ancor più sconvolgente è che la sosta dei veicoli è sempre più spesso fatta in modo tale da accostare il veicolo fino a pochi centimetri dal cancello, impedendo a chiunque, pedone , carrozzina o diversamente abile, a proseguire, e quindi obbligando a fare una vera e propria gincana, tra le autovetture ed i marciapiedi!!!
Stessa situazione per i motocicli, parcheggiati sul marciapiede, anziché a lato strada, affianco al marciapiede…….
Ma del resto con circa euro 50,00/anno (corrispondente alla tassa media per il PC) si ottiene un posto auto comodo, facile e soprattutto davanti casa!!!
Ai cittadini e pedoni stanchi di subire la maleducazione di alcuni automobilisti, posso solo suggerire di rivolgersi alla locale polizia al nr. 06.9923.11 dalle 08:00-13:00 e dalle 15:00 – 20:00, al di fuori di queste fasce orarie, dovremo “soccombere” all’inciviltà altrui!!!
Nessuno verrà in nostro aiuto.

Roberto Oertel

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY