“Lavori pubblici? Chiuso per ferie”

0
163

SANTA MARINELLA – La biblioteca è ancora un cantiere senza fine, ma in compenso il Comune liquida 111mila euro di avanzamento lavori alla ditta GPS Energia e Costruzione S.r.l., a cui 4 mesi fa sono stati affidati i lavori conclusivi di ristrutturazione. In particolare a cosa corrispondano i 111mila euro di avanzamento, non è possibile sapere.
Il settore lavori pubblici resterà senza responsabili ancora per parecchi giorni, causa ferie in contemporanea, dei tre che si occupano di grandi opere, opere pubbliche e manutenzione. Per tutti gli atti che riguardano i lavori al cimitero e agli impianti sportivi, se ne riparlerà alla fine di settembre. Tutto fermo per gare, determine, urgenze anche per i rifiuti, a meno che a firmare non siano responsabili di altri uffici che nulla conoscono degli atti in corso. Visto che si tratta delle ferie estive, sarebbe tollerabile se non si trattasse proprio di un settore da cui ora tutti ci aspettiamo velocità ed efficienza e quindi un minimo di programmazione, anche sulle ferie. Ma evidentemente è chiedere troppo.
Così a quattro mesi dalla consegna del cantiere alla ditta GPS non è dato sapere perché i lavori in biblioteca non siano conclusi. Una gara per la manutenzione del vecchio cimitero è ferma dallo scorso marzo, e neppure l’approvazione del bilancio ha accelerato la pratica. Non parliamo poi dell’”oasi del ricordo” , promessa da un anno ai congiunti di chi ha scelto la cremazione. In questo caso neppure la progettazione è arrivata a buon fine. La disorganizzazione è tale per cui, al contrario, la progettazione per l’adeguamento del Palazzetto dello sport ha finalmente concluso tutto l’iter, ma i lavori non possono iniziare, perché non sono stati stanziati soldi per il 2015. Se ne riparla nel 2016, tanto lo sport e gli sportivi a Santa Marinella si stanno abituando ad abbozzare: impianti chiusi ed inagibili.
Stessa inerzia riguarda lavori di manutenzione urgenti delle sedi comunali, per cui basta guardare la facciata della casetta rosa, con le persiane che cadono a pezzi. L’aspetto clamoroso è che nel recente documento di bilancio di previsione per il 2015 i fondi non sono stati stanziati, pur essendo stati promessi nella delibera sulle opere pubbliche. Ora ci vorrebbero variazioni di bilancio, che però non sono possibili, perché il responsabile rientra a fine settembre. Del resto ricordiamo che l’ufficio lavori pubblici è stato diviso in due un anno fa, invocando la maggiore efficienza. In più, per completezza di informazioni, va ricordato che i due responsabili sono a nomina sindacale, cioè li ha scelti la giunta fuori dall’organico non fidandosi evidentemente delle competenze degli impiegati comunali.
A questo punto chiediamo a tutti i consiglieri che sostengono la giunta Bacheca come fanno a tollerare questa situazione. Come possono accettare che le parole del sindaco siano promesse al vento, anche quelle pronunciate in Consiglio comunale: rispondendo alla nostra interrogazione sugli impianti sportivi dello scorso luglio (l’ennesima sui lavori pubblici), è stato lo stesso sindaco ad ammettere l’esistenza di “qualche problema” a livello di gestione delle risorse umane. Intanto passano le settimane e tutto resta uguale. Anzi no: si chiude per ferie.

Un’altra Città è possibile

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY