Ladispoli. Successo straordinario per la giornata di solidarietà con Amatrice all’Istituto Alberghiero

0
181

LADISPOLI – Risultati al di là di ogni più rosea aspettativa per la manifestazione più importante nella storia dell’Istituto Alberghiero di Ladispoli. Una giornata “memorabile”: circa 1000 persone presenti, 9537 Euro raccolti. Questi i numeri straordinari della Giornata di beneficenza e solidarietà che si è svolta il 21 ottobre all’Istituto Professionale di via Federici, per contribuire alla ricostruzione della Scuola – Albergo di Amatrice, resa inagibile dal sisma del 24 Agosto. “E’ passato più di un mese dal terremoto di Amatrice – ha dichiarato il Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti – E’ stato un evento che ha colpito profondamente tutti e ha generato grande solidarietà, producendo iniziative di sostegno alla popolazione, generali e diffuse. Da subito la Regione Lazio si è impegnata nella fase di prima emergenza, collaborando con la Protezione Civile, le Autorità locali e gli altri Organi dello Stato. Una delle urgenze che ci ha visto maggiormente coinvolti è stata quella di garantire la riapertura dell’anno scolastico. Chiedendo oggi la partecipazione degli Istituti Alberghieri del Lazio, vogliamo lanciare una sorta di “abbraccio” collettivo che coinvolga ragazze e ragazzi impegnati nello stesso percorso di studio e di formazione dei loro coetanei di Amatrice”.
L’Istituto Alberghiero di Ladispoli ha risposto immediatamente all’appello lanciato dalla Regione, scendendo subito in campo e gettando le fondamenta di un ponte simbolico verso l’Istituto “gemello” di Amatrice. Costruito nel 1980, polo di eccellenza nel settore della formazione enogastronomica e turistica, la struttura di Amatrice era stata già lesionata e resa inagibile dal terremoto dell’Aquila, nel 2009. I lavori di recupero e riqualificazione avevano consentito agli studenti, dopo cinque anni, di rientrare nelle aule e nei laboratori nell’anno scolastico 2014/2015. Appena due anni dopo, la tragedia. Gli allievi sono oggi ospitati a Rieti, nei locali messi a disposizione dalla “Sabina Universitas”, in attesa di poter rientrare quanto prima nel loro Istituto.
“Crediamo nella ‘cultura del fare’ e, nella nostra scuola, puntiamo a favorire l’interiorizzazione dei valori, primo fra tutti quello della solidarietà. – ha dichiarato la Dirigente Scolastica dell’Istituto Alberghiero Vincenza La Rosa. – Ci piace agire concretamente, mettendo a disposizione le nostre energie e le nostre risorse in modo sinergico. Ma questa giornata non sarebbe stata possibile senza l’intervento della Regione Lazio. Stiamo scrivendo, tutti insieme, una bellissima pagina di ‘buona scuola’ e di ‘buona politica’”.
“La nostra iniziativa ha avuto un duplice scopo: – ha dichiarato la Prof.ssa Pamela Pierotti, Responsabile di Sede dell’Istituto Alberghiero e coordinatrice dell’evento – contribuire al recupero e alla ristrutturazione della scuola di Amatrice, ma anche sensibilizzare gli studenti su temi di forte rilevanza sociale. I nostri allievi hanno risposto in modo esemplare”.
A leggere le parole di ringraziamento del Direttore della Scuola-Albergo di Amatrice, Fabio D’Angelo, che non ha potuto partecipare all’iniziativa per impegni precedenti, è stata la Vicepreside dell’Istituto Alberghiero, Prof.ssa Lucia Lolli, che ha poi così commentato l’esito della manifestazione: “Crediamo nella sinergia, nella collaborazione, nella solidarietà, nel lavoro di squadra. Nella nostra scuola abbiamo la fortuna di poter contare su un team di docenti affiatati, che condividono la passione per il proprio lavoro. Questo è un successo di tutti”.
“Il Comune di Ladispoli è stato vicino alla comunità di Amatrice sin dal primo giorno – ha affermato il Sindaco di Ladispoli Crescenzio Paliotta –. Il bisogno di affetto e le necessità materiali continueranno a trovare una risposta da parte nostra. Non lasceremo soli i cittadini di Amatrice. L’Istituto Alberghiero di Ladispoli ha dimostrato oggi, ancora una volta, la straordinaria professionalità della sua classe docente”.
“E’ una giornata memorabile – ha dichiarato l’On. Emiliano Minnucci, membro della Commissione Trasporti della Camera dei Deputati – una giornata che dimostra il grande cuore delle comunità locali. C’è stata una mobilitazione straordinaria, la macchina della solidarietà si è attivata subito. A livello legislativo, è appena stato approvato un Decreto sul terremoto, scritto con i Sindaci e con gli Amministratori dei territori. Possiamo fare moltissimo, se lavoriamo in rete. Faccio i miei complimenti a tutto il gruppo dirigente dell’Istituto Alberghiero”.
“Sono orgoglioso di essere qui oggi e di partecipare a questa gara di solidarietà – ha dichiarato Gino De Paolis, Consigliere della Regione Lazio – Continueremo a fornire il nostro contributo per la ricostruzione”.
“La risposta che stanno dando gli Istituti Alberghieri all’iniziativa di solidarietà da noi promossa per Amatrice – ha commentato il Vicepresidente della Regione Massimiliano Smeriglio – è ottima. I fondi raccolti saranno messi a disposizione della comunità scolastica dell’Istituto Alberghiero di Amatrice, crollato sotto i colpi del sisma. Vogliamo ricostruirlo. La vostra manifestazione è straordinaria. Abbiamo scelto di venire proprio qui a portare il nostro saluto, per l’importanza del territorio di Ladispoli e di questa scuola, che vede crescere anno dopo anno i suoi iscritti. La valorizzazione della filiera enogastronomica è la giusta risposta alla crisi. Ripartiamo da qui”.
“Oggi siamo insieme per dimostrare che la vita può riprendere – ha aggiunto il Presidente Zingaretti. – Vogliamo aiutare la comunità di Amatrice, una comunità ferita, ma fiera, orgogliosa e coraggiosa. Il mio dovere etico è quello di non permettere in alcun modo che alla tragedia del terremoto si possa unire l’onta del sentirsi soli, abbandonati. Abbiamo voluto abbracciare i cittadini di Amatrice, garantendo che lì comincerà presto la ricostruzione. La vostra scuola rappresenta un punto di riferimento per il tessuto produttivo del territorio e vogliamo da qui lanciare un messaggio alla comunità scolastica di Amatrice, agli studenti dell’Istituto Alberghiero crollato sotto i colpi del sisma: non siete soli”.
A spiegare il menu e a fornire i numeri della cucina e della sala, i docenti Luciano Cucullo, Francesco Riili, Simona De Donnantonio, Michele Comito e Michele Limotta: 150 kg di pasta, 150 kg di pomodoro, 200 kg di salsa, 50 kg di guanciale, 20 Kg di pecorino, 1200 porzioni di Finger Food, 200 bottiglie di vino. La ricetta dell’Amatriciana è stata quella rigidamente codificata dal Disciplinare: guanciale, pomodoro e pecorino romano. I vini sono stati illustrati dalla Sommelier della FISAR Catia Minghi. Il servizio di Ricevimento è stato curato dai docenti Giovanna Albanese, Renato D’Aloia, Carmen Piccolo e Romina Licastro. A tenere le fila dell’organizzazione e a coordinare gli studenti, la prof.ssa Ilaria Galice.
Hanno aderito all’iniziativa i Comuni di Ladispoli, Cerveteri (presenti l’Assessore Francesca Cennerilli e il Consigliere Stefano Bibbolino), Tolfa (con il Sindaco Luigi Landi e l’Assessore Cristiano Dionisi), Canale Monterano (con l’Assessore Andrea Magagnini), Bracciano (con il Vicesindaco Gianfranco Rinaldi), Santa Marinella (con l’Assessore Rosanna Cucciniello), Civitavecchia (presente il Consigliere Comunale Dario Menditto), la Fondazione Cariciv (Cassa di Risparmio di Civitavecchia, con l’Avv. Vincenzo Cacciaglia).
Ringraziamenti sono stati rivolti alla stampa, alle Forze dell’Ordine, alla Protezione Civile, a tutti i tecnici di laboratorio, alle scuole presenti (Sede Centrale dell’Istituto Superiore “Giuseppe Di Vittorio”, Corrado Melone, Ilaria Alpi, Liceo Pertini), alle Aziende sponsor della manifestazione: Fantozzi Food, Azienda Agricola Fratelli Onorati di Cerveteri, Cantina Sociale di Cerveteri, Società Agricola I Capitani, Cantina La Rasenna, Cantina Vinicola Castello di Torrimpietra, Casale Cento Corvi, Tenuta Tre Cancelli, Tenuta Fontana Murata, Cantina Vinicola “Trevignano Vino”, Todis Passoscuro, Pianeta Feste, Autofficina Elettromatic, Riccardo Salumi Ingrosso Alimentari, Decorazioni Daniela Luchetti, Ditta CI.SI.
Ma il grazie più sentito è andato agli studenti dell’Istituto Alberghiero di Ladispoli, veri e indiscussi protagonisti dell’evento.

  • Share/Bookmark
SHARE

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY