Ladispoli. Franca Asciutto abbandona FI: “Non mi riconosco più in questo partito”

0
124

LADISPOLI – “Oggi ho inviato una lettera al presidente Berlusconi, al coordinatore regionale Fazzone e provinciale Battilocchio dove comunico le mie dimissioni irrevocabili dal ruolo di coordinatrice di Forza Italia a Ladispoli”.

A dichiararlo è l’ormai ex coordinatrice cittadina azzurra Franca Asciutto, che spiega così le ragioni della sua scelta: “Non è stato facile, ho ragionato molto poiché non è mai semplice effettuare un passo indietro, soprattutto quando hai sempre rispettato determinati valori. Ma la situazione è diventata difficile. Ho sempre creduto nei principi di Forza Italia, un movimento liberale, popolare, in grado di rappresentare un riferimento per l’area moderata di centrodestra. In particolar modo ho sempre creduto nel modello, nei valori portati avanti dal presidente Berlusconi, che rappresenta la storia, un simbolo per il nostro Paese e per tutti coloro che come me si sono sempre impegnati per un Movimento capace di farsi portavoce delle istanze delle imprese, dei cittadini. Purtroppo, a livello locale troppo spesso abbiamo assistito a situazioni per certi versi incomprensibili, distanti dai principi di Berlusconi. Mentre a livello nazionale il Presidente ribadiva il nostro ruolo alternativo e di opposizione al centrosinistra, nel Lazio è avvenuto tutt’altro. In consiglio regionale, il nostro partito è stato utilizzato in alcuni casi come un autobus dove salire e poi scendere, in base alle proprie ambizioni o interessi. Alla Pisana, infatti, un esponente, eletto con Fi, ha lasciato il nostro gruppo consiliare lo scorso anno e ha poi aderito al patto d’aula, una sorta di stampella all’amministrazione Zingaretti, tant’è che con i voti del centrosinistra è stato eletto vice presidente dell’aula. E recentemente è ritornato nel gruppo di Fi; sempre in consiglio regionale un altro consigliere di Fi ha votato a dicembre scorso contro la mozione di sfiducia al presidente Zingaretti, presentata dal centrodestra. Atteggiamenti, questi, che hanno creato un senso di imbarazzo e ambiguità. Ed è uno dei motivi per cui molte persone sul territorio hanno abbandonato il nostro partito”.

“Questa mancanza di chiarezza, purtroppo – prosegue Franca Asciutto – oltre a causare la fuga da Fi, ci ha fatto perdere di credibilità verso gli elettori. E i risultati alle ultime elezioni, senza pensare poi ai recenti sondaggi, davvero impietosi, ne sono la più chiara e limpida dimostrazione. Queste sono alcune delle cause per cui ho effettuato questa scelta dato che, ci tengo a ribadire, sono per un partito di centrodestra, moderato. E onestamente negli ultimi tempi ho fatto molta fatica a riconoscermi in questa Forza Italia. Ora, ho condiviso le posizioni espresse dall’ex capogruppo regionale di Fi Aurigemma, e personalmente continuerò a impegnarmi sul territorio sempre con la massima determinazione e attenzione, convinta che il radicamento sul territorio, la disponibilità, il confronto siano requisiti indispensabili per chi vuole fare politica, ad ogni livello”.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY